Analisi tecnica EURUSD 09.09.2019

Lettura 3 minuti

PREVISIONE

Nella giornata di venerdì il cambio Euro/Dollaro (EUR/USD) ha restituito una volatilità ridotta, compresa tra il minimo di 1,1020 e il massimo di 1,1057 prima di chiudere a 1,1024. I fondamentali relativamente confortanti dell’economia a stelle e strisce sostengono il biglietto verde, soprattutto a seguito del solido rapporto sull’occupazione privata (Adp). La ripresa inoltre delle relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina alimenta l’attenzione degli operatori sul greenback almeno sul breve periodo. Per quanto riguarda il cross EUR/USD persiste una spiccata precarietà dei valori di quotazione e la tendenza dominante rimane ribassista, alla luce specialmente della prossima riunione della BCE (12/9/2019) che dovrebbe annunciare il recupero del quantitative easing (QE) per tentare di arginare la crisi di sistema e dei principali Stati membri UE. Dal punto di vista grafico la volatilità implicita definita dalle Bande di Bollinger si riduce e l’ATR fissa a 56 punti il range medio giornaliero nel weekend. Una situazione in parte comprensibile visto che i traders fremono in attesa delle indicazioni che giovedì prossimo il banchiere centrale uscente, Mario Draghi, rilascerà.

Ultimo rapporto della CFTC USA: Commitments of Traders (COT)

Attualmente tutti i misuratori di analisi tecnica più utilizzati dagli operatori finanziari sono negativi e favoriscono le operazioni short, in più, la componente derivata della Moneta Unica Europea mostra un incremento significativo dei titoli simmetrici pari a +23.025 contratti. Probabilmente solo il forte ipervenduto potrà generare eventuali temporanei rimbalzi dei prezzi, verosimilmente a ridosso delle principali strutture grafiche e dei sostegni basati sui numeri. Per risalire e tentare un’inversione, invece, sarà necessaria ben altra spinta da parte dei compratori che dovranno prima consolidare sopra 1,1060 e poi rompere la barriera resistiva a 1,1120. In basso, al contrario, il cedimento del minimo biennale a 1,0925, fissato martedì scorso, fornirebbe una spinta direzionale importante con target a 1,09 inizialmente e 1,0840 successivamente. (Di Vincenzo Augello).    

PIVOT ORARI EURUSD : S3 1,0650, S2 1,0840, S1 1,0915, P 1,1035, R1 1,1108, R2 1,1225, R3 1,1420

(riproduzione riservata)

Per gli appassionati di criptovalute

Prova il browser Brave in modo da sostenere il progetto di diffusione di Brave Software Inc.,oppure visita la mia pagina facebook “Brave il migliore browser al mondo” se vuoi sapere di cosa si tratta e scaricarlo dal pulsante USA l’APP. Vedrai che è interessante, remunerativo per gli utilizzatori ed in grado, tra poco tempo, di restituire profitti mediante la visualizzazione delle pubblicità dei siti internet che visiti, come già avviene in Francia, USA, Canada, Regno Unito e Germania.

Download Brave browser