Analisi tecnica EURUSD 18.01.2021

Lettura 2 minuti


PREVISIONE

La sessione del weekend ha segnalato un moderato indebolimento del cambio Euro/Dollaro (EUR/USD), che ha chiuso la sessione di venerdì sotto 1,21, a 1,2074.

Aumenta dunque la pressione ribassista, con i principali indicatori di breve e medio termine inclinati verso il basso. L’attuale fase di scarico non ha infatti modificato le indicazioni restituite dagli strumenti di analisi quantitativa di più lungo periodo, tuttora long.

Probabile pertanto un successivo cedimento, che avrebbe un primo obiettivo a 1,2020 ed un secondo target a 1,1920. In alto, invece, prima di poter assistere ad un rimbalzo da parte del cross più liquido del mercato valutario, sarà necessario il recupero dell’area di attenzione compresa tra 1,2080 e 1,2290, confermato da falso segnale short.

Dal punto di vista grafico, infatti, è possibile che soltanto il breakout del margine superiore di resistenza calcolato a 1,2290 potrebbe fornire un nuovo market timing rialzista di tipo direzionale.  

Sul versante macroeconomico, il potere d’acquisto del biglietto verde è esposto al rischio di politiche monetarie statunitensi estremamente espansive, tanto che la riconferma di Jerome Powell alla Federal Reserve, di riflesso potrà contribuire a sostenere il rapporto di cambio più negoziato.  

S3S2S1PIVOTR1R2R3
1,19591,20201,20571,21171,21781,22151,2275
PIVOT ORARI EUR/USD

Di Vincenzo Augello

(riproduzione riservata)