Analisi tecnica EURUSD 19.06.2019

Lettura 2 minuti

PREVISIONE

Nella giornata di martedì il cambio euro/dollaro (EUR/USD) è sceso fino a quota 1,1181 dopo le dichiarazioni del governatore della BCE, M.Draghi, nell’intervento al forum di Sintra, dove ha rimarcato che il quantitative easing è ancora adesso una delle opzioni possibili in uno scenario di debolezza persistente dell’economia UE. La situazione grafica di breve termine è dunque debilitata e solo la tenuta del supporto individuato a quota 1,1170, inferiore ai principali livelli di ritracciamento fibo, può impedire ulteriori cedimenti. Sotto quest’ultima barriera è attesa una svalutazione aggiuntiva verso la struttura a 1,1125. In alto, invece, la prosecuzione della fase di consolidamento sopra 1,1190 e soprattutto  la perforazione long della resistenza a 1,1280 potrebbero smorzare la pressione short sul mercato di riferimento e provocare un’inversione di tendenza. Sul versante operativo è quanto meno verosimile un’attenuazione consistente della volatilità durante la giornata odierna, in vista degli aggiornamenti di politica monetaria e della pubblicazione del Federal Funds Rate da parte dell’Istituto Centrale USA in programma alle 08.00 pm ora italiana. Al riguardo, se le banche centrali di tutto il mondo cercano di fiaccare le proprie valute, assisteremo ad un nuovo round sul fronte della guerra valutaria. Probabile quindi un forte incremento della volatilità dopo la riunione della Fed e un conseguente allineamento della posizione della coppia EURUSD su valori precedenti.

PIVOT ORARI EURUSD : S3 1,0966, S2 1,1108, S1 1,1159, P 1,1251, R1 1,1301, R2 1,1393, R3 1,1536

(riproduzione riservata)

Per gli appassionati di criptovalute

Prova il browser Brave in modo da sostenere il progetto di diffusione di Brave Software Inc.,oppure visita la mia pagina facebook “Brave il migliore browser al mondo” se vuoi sapere di cosa si tratta e scaricarlo dal pulsante USA l’APP. Vedrai che è interessante, remunerativo per gli utilizzatori ed in grado, tra poco tempo, di restituire profitti mediante la visualizzazione delle pubblicità dei siti internet che visiti, come già avviene in Francia, USA, Canada, Regno Unito e Germania.

Download Brave browser

Di Vincenzo Augello