Ari Wald: con la volatilità troppo alta Bitcoin non va da nessuna parte

Lettura 2 minuti


Bitcoin è noto soprattutto per la sua volatilità e secondo l’analista Ari Wald di Oppenheimer, questa proprietà seguiterà e sono ancora distanti i tempi di un suo rallentamento.

Ari Wald crede che la volatilità di Bitcoin non finirà

Responsabile dell’analisi tecnica presso Oppenheimer & Co., Wald sostiene che Bitcoin è certamente la criptovaluta più importante e più popolare al mondo ed ha fatto molta strada da quando è stato introdotto al pubblico 12 anni fa, ma ha anche incassato la sua quota di problemi, problemi che alla fine gli hanno impedito di onorare i traguardi prefissati e per i quali era stato progettato.

Sappiamo che Bitcoin, come tutte le criptovalute, è stato pensato per sostituire le monete fiat, solo che la volatilità e le forti variazioni di prezzo di BTC e di molte altre altcoin sono state e sono difficili da gestire. Molti rivenditori hanno smesso di accettare Bitcoin e altri asset digitali come forme di pagamento e non gli si può dare torto a priori.

È questa volatilità che ha impedito a Bitcoin di tramutarsi in qualcosa di diverso da uno strumento speculativo e, mentre lentamente sta entrando nel territorio delle asset class di copertura, esperti come Ari Wald ritengono che la volatilità di BTC persisterà molto di più di quanto si pensi, il che potrebbe significare che la criptovaluta per eccellenza potrebbe non completare mai il suo percorso innovativo.

In una recente intervista alla CNBC, Wald spiega:

Devi essere in grado di sopportare questa volatilità. È lì per restare. Con i profitti da rialzo arriva un sacco di price action volatile giorno dopo giorno e anche settimana per settimana

Onestamente, abbiamo tante conferme di quanto dice l’analista. Bitcoin poco tempo fa veniva scambiato oltre 61 mila dollari poi, poche sessioni dopo, più o meno 4 giorni fa, la cripto ne perdeva quasi 10.000 ed era venduta a 51 mila dollari, in stesura infine è prezzata a circa 59 mila dollari.

Wald continua a spiegare:

Ecco qualcosa che può scendere del 20%, mantenere tutte le sue linee di tendenza e i livelli di supporto, lasciando il trend indisturbato……volatile ma in grado di fare consolidamento

In alcuni casi è innegabile però che tutta questa volatilità ha restituito profitti importanti, visto che il valore della valuta su blockchain da marzo 2020 è aumentato dell’800%.

Di Vincenzo Augello