Basic Attention Token (BAT), Briefing e Prospettive 2020

Lettura: 3 minuti

Negli ultimi 30 giorni BAT è sceso del 14%. Ciò nonostante, mese dopo mese, l’attività sottostante legata al token di criptovaluta BAT ha prodotto un rendimento del 61% nel 2019, rivalutandosi da 0,1118$ a 0,1802$, a beneficio degli investitori di medio e lungo termine. Basic Attention Token (BAT) ha vissuto una decisa impennata dei prezzi nei mesi da febbraio ad aprile dell’anno appena trascorso, quando le quotazioni sono passate da 0,10 a 0,50 centesimi di dollaro.  Successivamente al rally, BAT ha subito un lento calo, perlopiù costante e da settembre a novembre gli scopertisti hanno avuto il pieno controllo sull’asset crittografico. Il 2020 sembra ora restituire una timida reazione. Tutto sommato l’ecosistema che gira intorno a Brave e alla sua moneta virtuale continua a crescere.

Brave si è posizionato in modo tale che inizia a conquistare piccole frazioni della quota del mercato della pubblicità digitale, oltre ad acquisire utenti da importanti piattaforme di Rete come Google, Safari, Bing, ecc. Brave software ha anche mostrato interesse nello sviluppo di nuove funzionalità, tra cui servizi proprietari VPN (Virtual Private Network), presto disponibili all’interno del browser Brave, che saranno in grado di migliorare l’interattività e la circolazione del token tramite il software di navigazione. L’industria delle VPN è un settore da 20 miliardi di dollari all’anno che si prevede crescerà fino a più di 36 miliardi di dollari entro il 2022.

Per questo credo che Basic Attention Token sia una delle, se non l’unica, “valute alternative” che potrà dimostrarsi un’applicazione concreta, e non solo, una vera e propria applicazione rivoluzionaria che potrebbe cambiare per sempre la navigazione sul web. Come già scritto in precedenza, dal 2019 l’industria della pubblicità digitale è un’industria da 100 miliardi di dollari all’anno. Se la piattaforma Brave riuscisse a sfruttare solo l’1% di questo mercato, avremmo 1 miliardo di dollari puntato dritto su Basic Attention Token, un’ incremento di quasi 5 volte l’attuale Market Cap di 200 milioni di dollari ed un impatto necessariamente positivo sulle quotazioni di mercato. Inoltre l’aumento degli utenti attivi aumenterà anche la quantità di BAT in circolazione, grazie al fondo per i nuovi utenti che il team Brave ha allestito al lancio dei token. Il fondo per i nuovi utenti corrisponde ad un’assegnazione di 300 milioni di tokens BAT + i tokens invenduti dell’ICO.

L’entrata in circolo di nuove monete stempererà l’attuale offerta, per cui è difficile ora fornire una stima della tendenza futura del prezzo. Tuttavia è lecito supporre che vedremo un movimento positivo del grafico di riferimento per la crescita continua degli utenti e per l’aumento degli inserzionisti. Il white paper di BAT, stabilisce che l’offerta massima di Basic Attention Token sia di 1,5 miliardi di unità di monete. Con 1,4 miliardi di tokens già movimentati rimangono solo 100 milioni di BAT da iniettare nell’ecosistema, per cui salgono le potenzialità inflattive della valuta basata su blockchain e al contempo le sue probabilità di rivalutazione.  (Di Vincenzo Augello)

Download Brave browser