Basic Attention Token (BAT) preda della carneficina sul comparto delle criptovalute

Lettura: 2 minuti

La carneficina sul mercato delle criptovalute, da Bitcoin a Ripple e l’esplosione della crisi finanziaria non sembrano aprire le porte a rimbalzi per l’oro digitale né per le altcoin, così anche BAT brucia quasi il 60% in meno di una settimana dopo i picchi di volatilità registrati dal comparto delle monete digitali, ai massimi dal 2017. E’ indubbio che in questa fase critica, legata alla pandemia del covid-19, le criptomonete sono meno seduttive a partire proprio da Bitcoin, e la grande speculazione sui mercati azionari sta facendo il resto.

Nel settore delle criptovalute e su BAT la volatilità mensile è schizzata alle stelle. L’orso non molla la presa nemmeno sugli asset digitali. Basic Attention Token  (BAT ), nelle ultime 24 ore, è crollato sotto gli 11 centesimi di dollaro, prima di rimbalzare appena sopra area 0,1180($).

Lo scoppio della volatilità su Basic Attention Token (BAT) in teoria potrebbe anticipare possibili rialzi monstre di brevissimo periodo, ma questo potrà avvenire solo quando il panic selling sui mercati virtuali ed il sell off su quello azionario cesseranno, per cui prepariamoci nell’eventualità di toccare il fondo.

D’altro canto, lo scenario di Bitcoin e di tutte le altcoin correlate, ora, non solo è inaffidabile ma anche impercettibile, con la conseguenza che il token nativo connesso alla startup californiana, Brave Software Inc., tende ad essere in questo momento decisamente meno attrattivo.

Download Brave browser

Di Vincenzo Augello