Bitcoin + 112% nel 2019. I periodi migliori dell’anno per investire su Bitcoin

Lettura 3 minuti

Gli elevati livelli di volatilità storica registrati dal principale asset criptovalutario da oltre un lustro hanno attirato investitori di tutte le taglie. Uno studio statistico ha esaminato la stagionalità di Bitcoin, a partire dall’anno 2013, che consente di individuare in quali frangenti temporali conviene fare click sul buy di un exchange o di una piattaforma di trading. Durante il 2019 Bitcoin ha restituito un comportamento bifronte: da gennaio a giugno le quotazioni hanno evidenziato un andamento marcatamente rialzista, passando da 3.674 dollari fino al massimo di 13.851 dollari, segnando un +277%, da luglio invece è prevalsa la debolezza ed i prezzi sono scesi fino al minimo di 6.530 dollari, il 25 novembre scorso.

In quest’ambito, Eurobit ha analizzato l’andamento dalla seconda parte del 2013 di Bitcoin ($), con lo scopo di valutare se esiste o meno un  certo tipo correlazione diretta o di stagionalità rispetto ai trimestri dell’anno.

Il secondo trimestre è tendenzialmente rialzista

In base allo studio, il secondo trimestre è generalmente favorevole a Bitcoin, il migliore se si considera la tendenza. Di fatto, anche negli anni peggiori, il 2014 e il 2018, il periodo da aprile a giugno ha registrato rialzi del 50% e del 40%. Il picco è stato raggiunto nel 2016, con un apprezzamento del 60%.

Primo e quarto trimestre antitetici

Bitcoin, però, risulta sotto pressione nel primo trimestre, storicamente il peggior frangente temporale, soprattutto nel ristretto spazio di tempo compreso tra gennaio e febbraio. Viceversa, il quarto trimestre è il migliore in termini di performance: soltanto nel 2014 e nel 2018 ha deluso. In particolare, il quarto trimestre del 2017 ha fatto registrare la variazione positiva migliore in assoluto pari a +360%, segnatamente da ottobre a metà dicembre, quando si sfiorarono i 20.000$ per un bitcoin. Per quanto riguarda il terzo trimestre poi, questo è stato il peggiore nel 2016 e nel 2019.

Il 2019

In ultimo, può essere interessante notare come nonostante Bitcoin e il comparto delle altcoins stiano attraversando un momento difficile, il 2019 sia stata comunque una buona annata per chi ha investito a gennaio, incassando una percentuale di profitto record del +112%, passando da 3.400$ circa a oltre 6.800$, margine di guadagno superiore ad ogni altro asset finanziario tradizionale. (Di Vincenzo Augello).

Per gli appassionati di criptovalute

Prova il browser Brave in modo da sostenere il progetto di diffusione di Brave Software Inc.,oppure visita la mia pagina facebook “Brave il migliore browser al mondo” se vuoi sapere di cosa si tratta e scaricarlo dal pulsante USA l’APP. Vedrai che è interessante ed in grado di restituire guadagni mediante la visualizzazione degli annunci pubblicitari.

Download Brave browser