Bitcoin resta sugli scudi grazie a PayPal

Lettura 3 minuti


Durante la settimana appena trascorsa Bitcoin ha preso un po’ di botte, anche se a cominciare dal sostegno attorno i 17.800 dollari la moneta sembra recuperare. La criptovaluta ha bruciato oltre 2.000 dollari in due giorni, scontando le prese di profitto dopo il recente pump, tanto che molti analisti hanno iniziato a mostrare una certa preoccupazione avanzando dubbi sulla possibilità che il primato storico dei 20K sarebbe potuto essere ritoccato.

Lo shopping su Bitcoin continua

Tuttavia, prima di tutto questo vociferare negativo, BTC stava salendo e come non aveva mai fatto prima. Francamente si può ancora sostenere una propensione al rialzo dell’asset virtuale, anche se molti trader non hanno potuto fare a meno di arrovellarsi il cervello per ottenere una risposta dai grafici sul perché il più grande e popolare bene digitale al mondo improvvisamente ha interrotto l’ascesa.

Secondo alcuni esperti di settore la risposta ha a che fare con PayPal, l’azienda che ora, almeno  negli Stati Uniti, permette di acquistare cripto attraverso il suo portale. La società di pagamento statunitense infatti ha autorizzato la clientela ad acquistare articoli e servizi con Bitcoin e altre forme di valuta senza corrispondente fisico, ma probabilmente non è questo il vero motivo della bull run di cui la criptovaluta più capitalizzata è stata protagonista. PayPal infatti sta acquistando il 70% circa dei nuovi bitcoin che vengono estratti, il che significa che l’azienda è destinata a possedere quasi i tre quarti dell’offerta attuale di BTC.

La questione è ben descritta da Pantera Capital, che in una recente dichiarazione ha affermato che grazie a PayPal e grazie al suo intervento in buy, sarà facile assistere ad una utilità marginale crescente e quindi ad una carenza di bitcoin nelle prossime settimane/mesi. Presumibilmente, tutto ciò ha innescato una FOMO e acquisti da parte di coloro che temevano di non avere la possibilità di aggiungere la criptovaluta in portafoglio, dato che PayPal sta arraffando tutto il disponibile.

Pantera Capital dice nello specifico:

Questo rally è molto più sostenibile del 2017. Una delle differenze principali è la facilità di investire in Bitcoin ora tramite PayPal, Cash App, Robinhood, ecc.

La gente tiene su il prezzo

Eduardo Arenas, direttore di Bitso Alpha, cripto-exchange con sede in America Latina, ha spiegato che ha preso il via una processione enorme di nuovi compratori di Bitcoin oltre a un’onda importante di nuovi investitori digitali e, mentre PayPal ha ispirato la price action, i trader retail sono quelli che la mantengono in piedi.

Dice infatti:

Stiamo vedendo ondate di nuovi utenti quando si innesca la price action sul valore, ma, cosa più importante, abbiamo visto una crescita importante degli investitori durante quest’’ultima parte dell’anno

Di Vincenzo Augello