Brave browser, il vantaggio di essere una dApp

Lettura 3 minuti

Brave è il browser dell’era blockchain, dove i dati di tutti sono al sicuro. Decide ognuno se renderli pubblici e farsi pagare in token BAT grazie alla pubblicità del network. Con Brave si può comunque scegliere di rinunciare alla pubblicità senza la necessità di visualizzare gli annunci. Attivando la visualizzazione degli Ads, mediante le impostazioni del browser, si riceve però il 70% della quota di compartecipazione al mercato pubblicitario sotto forma di tokens BAT, riconvertibili in valuta Fiat (EUR, USD, GBP ecc), direttamente sul wallet integrato. Al momento della scrittura di questo articolo il token BAT è 34esimo nella classifica di CoinMarketCap, con una capitalizzazione di mercato di 207,89 milioni di euro. Oggi quota 0,1725$ ed il 9 gennaio 2018 ha raggiunto il suo massimo storico a 0,980702 dollari. Brave è un open-source costruito sul progetto Chromium. E’ considerato una dApp in quanto è basato su blockchain. DApp è l’acronimo di decentralized application, cioè applicazione decentralizzata. Una dApp ha il proprio codice di back-end in esecuzione su una rete peer-to-peer decentralizzata a differenza della maggior parte delle applicazioni tradizionali  dove il codice di back-end è in esecuzione su server centralizzati. In Rete, i software ed i sistemi centralizzati interagiscono tra di loro al fine del raggiungere uno scopo comune. Le decisioni per il raggiungimento dell’ obiettivo sono prese da un’unità centrale e trasmesse ai vari componenti. In un sistema distribuito e decentralizzato come Brave, invece, i dati non risiedono in un unico nodo centrale (computer), ma sono distribuiti su più nodi. In un impianto decentralizzato pertanto ogni nodo ha la stessa importanza e non esiste un’unità centrale prevalente con poteri decisionali. Le applicazioni decentralizzate e le dAPPS come Brave sono applicazioni caratterizzate dall’essere eseguite su una rete peer to peer di computers, anziché su un unico calcolatore. Sono dunque una particolare forma di software progettati per funzionare su Internet senza essere controllati da una singola entità. Tuttavia, le applicazioni decentralizzate non sono solo quelle implementate su una rete blockchain; ad esempio, BitTorrent e Tor sono dAPPS che funzionano in una rete peer to peer ma non su rete blockchain. La blockchain di Ethereum, nel caso di Brave e del suo token di criptovaluta, ha inizializzato le applicazioni decentralizzate, fornendo un algoritmo completo di Turing, la Ethereum Virtual Machine (EVM), che esegue script utilizzando una rete di nodi pubblici. Un software decentralizzato come il portafoglio crittografico di Brave è in sostanza un codice ospitato su migliaia di computers dove, se un nodo della rete è down o non esegue il codice, lo stesso codice è eseguito su tutti gli altri computers (nodi) della rete. Le dAPPS quindi sono più flessibili e resilienti rispetto alle strutture informatiche degli altri browser come Chrome, Firefox, Explorer, Safari ecc.. (Di Vincenzo Augello).

Prova il browser Brave in modo da sostenere il progetto di diffusione di Brave Software Inc.,oppure visita la mia pagina facebook “Brave il migliore browser al mondo” se vuoi sapere di cosa si tratta e scaricarlo dal pulsante USA l’APP. Vedrai che è interessante, remunerativo per gli utilizzatori ed in grado, tra poco tempo, di restituire profitti mediante la visualizzazione delle pubblicità dei siti internet che visiti, come già avviene in Francia, USA, Canada, Regno Unito e Germania.

Download Brave browser