Brave Browser: un traguardo dopo l’altro

Lettura 2 minuti

Più di 20 milioni di utenti e poco meno di un milione di web writer adoperano sistematicamente Brave. La startup californiana, con sede periferica a Londra, guidata dal programmatore statunitense Brendan Eich, di recente ha conquistato l’ambizioso traguardo dei 20 milioni di utenti mensili attivi, una crescita considerevole se paragonata con lo stesso periodo dello scorso anno dove si contavano 8,7 milioni di contatti.

Brave, numero di utenti attivi giornalieri e mensili

Il numero di editori verificati dalla piattaforma americana è più che triplicato, dai 300.000 del 2019 ai 953.025 di oggi. Brave è il browser che ricompensa gli utenti per la visualizzazione dei suoi annunci pubblicitari con Basic Attention Token (BAT). I token possono essere spesi per supportare direttamente i contenuti e i professionisti del web preferiti, oppure semplicemente venduti sugli exchange per ricavarne euro, dollari , etc..

Dalla fondazione del progetto i creatori di contenuti hanno incassato 26 milioni di BAT, il che è un riconoscimento concreto al lavoro dei publisher che si aggiunge ai profitti degli editori che sfruttano circuiti pubblicitari tradizionali come Adsense del colosso Google.

Brave, numero di utenti attivi giornalieri e mensili

D’altra parte, quello del Web Content Writer è un’attività impegnativa, in cui si richiede di scrivere in modo chiaro, efficace e coinvolgente i contenuti di un sito web.

Brave è stato sviluppato su Chromium, lo stesso software che supporta browser blasonati come Chrome di Google ed Edge di Microsoft, per cui molte delle estensioni che vengono utilizzate su Chrome funzionano anche su Brave.

Oltre ai più alti livelli di protezione della privacy, il browser fornisce funzioni davvero interessanti, come il supporto per il servizio Wayback Machine, attraverso il quale si può accedere ai siti rimossi dal Web.

Il punto di forza di questo innovativo programma di navigazione internet è il wallet integrato, implementato sulla blockchain di Ethereum, dove circola il token ERC-20 Basic Attention Token (BAT). Nel portafoglio digitale vengono depositati i BAT ottenuti guardando la pubblicità che ogni mese possono essere trasferiti su exchange come Uphold per investimento o cambiati in denaro fiat sul proprio conto corrente.  

Di Vincenzo Augello