Brave miglior browser nel 2019

Lettura 3 minuti

In mezzo ad una quantità sterminata di prodotti ed applicazioni innovative per la privacy disponibili sul mercato, Brave è stato votato il migliore. Brave ha vinto il Golden Kitty di Product Hunt dimostrando di essere portatore di un enorme interesse verso tutte quelle tecnologie che tutelano la privacy, nelle chat, nelle mappe GPS o in altre situazioni in cui la Rete è il mezzo di condivisione dei dati.

Un anno incredibile per Brave

L’anno scorso è stato un anno fondamentale per il settore della crittografia, la scienza delle “scritture nascoste”, ma poche aziende sono riuscite ad ottenere un successo come quello di Brave browser. Quasi ogni giorno del 2019 ha restituito un risultato e nuovi traguardi da raggiungere al gruppo di Brendan Eich, che è riuscito a lanciare ufficialmente il suo browser, ad emettere Basic Attention Token (BAT), arruolando migliaia di articolisti freelance ed editori verificati sul proprio network in tutto il mondo. Gli sforzi di Brave e del suo team, in ciò che fino ad oggi ha espresso il potere dei colossi del web, non stanno passando inosservati. Il rivoluzionario browser dell’azienda statunitense è stato votato il miglior prodotto del 2019 incentrato sulla privacy ed ha ricevuto il premio Golden Kitty. E’ un riconoscimento davvero significativo, ed anche le quotazioni di Basic Attention Token (BAT) sui mercati ne hanno beneficiato in queste ultime giornate. I premi, ospitati da Product Hunt, sono stati assegnati ai prodotti più popolari sul pianeta in 23 diverse categorie. La vittoria è un chiaro indicatore di crescita del browser basato su blockchain a livello mondiale.

Un riconoscimento importante

Il riconoscimento che Brave ha ottenuto dagli utenti di Product Hunt dimostra che il mercato delle applicazioni incentrate sulla privacy è fiorente. Tutte le app e i prodotti software che hanno ricevuto il premio Golden Kitty sono concentrati sulla protezione della privacy.

In esposizione c’erano app per gli investimenti finanziari meccanizzati, strumenti software di collaborazione a distanza, prodotti smart per la casa, tutti con la medesima offerta, quella di difendere i dati sensibili attraverso funzioni specifiche di sistema.

L’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico catturano sempre di più l’attenzione dell’utenza, ma la tecnologia blockchain sembra essere la forza trainante nello sviluppo delle app e dei siti web. Le applicazioni mobile come la messaggistica basate sulla catena a blocchi sono ora molto popolari, soprattutto tra gli utenti di Product Hunt, che rappresentano una sorta di vetrina planetaria per le Start Up.

Brave è una piattaforma estremamente attuale. Il team di ricerca e sviluppo dell’azienda californiana ha recentemente debuttato con la sua VPN distribuita per la migliorare la riservatezza nelle comunicazioni e nel trasferimento delle informazioni, il che potrebbe aggiungere ulteriori garanzie di tutela della navigazione online rispetto all’estensione dell’interfaccia Tor già esistente nel suo browser.

L’impegno di Brave è teso soprattutto a rivoluzionare l’industria pubblicitaria, riconosciuto anche da alcuni dei più grandi nomi dell’editoria, come The Washington Post, The Guardian, NDTV, NPR e Qz, che hanno tutti aderito al network. Alcuni dei siti web più importanti al mondo, tra cui Wikipedia, WikiHow, Vimeo, Internet Archive e DuckDuckGo, sono tra i 399.266 editori verificati da Brave. (Di Vincenzo Augello).

Download Brave browser