Come si diventa trader di una Banca d’Affari ?

HSBC Holdings è uno dei più grandi gruppi bancari del mondo con sede a Londra
HSBC Holdings è uno dei più grandi gruppi bancari del mondo con sede a Londra
Lettura 3 minuti


Fino agli anni ’90 per lavorare nei mercati finanziari era sufficiente una laurea in economia. In questo modo molti operatori italiani si sono affermati sulle piazze di New York e Londra. Oggi però le cose sono cambiate; se proviamo a cercare su internet un annuncio di lavoro come trader presso società istituzionali la lista di precedenti esperienze professionali e titoli di studio richiesti è infinita.

D’altra parte, entrare a far parte del team di una Banca d’Affari nel XXI secolo vuol dire gestire ogni tipo di metodologia basata sui modelli finanziari e quantitativi, al fianco di matematici di talento in grado di competere con la NASA dei tempi in cui gli Stati Uniti vinsero la corsa per la conquista dello spazio.

In merito allego di seguito un modello di offerta di lavoro contenente i requisiti per  aspirare alla professione di trader professionista e lavorare nella City di Londra dove ha sede lo Stock Exchange e le sale operative delle Banche d’Affari più importanti del mondo o negli Stati Uniti a Wall Street.

Operatore senior (New York – Londra),  retribuzione attorno i 300.000 euro l’anno

  • Da 2 a 4 anni di ricerca quantitativa o esperienza nel trading>
  • PhD o titolo equivalente in matematica, matematica finanziaria, fisica, ingegneria o scienze informatiche
  • Spiccate capacità analitiche, matematiche e di problem solving
  • Eccellente padronanza della teoria delle probabilità, dei processi stocastici, della statistica, delle equazioni differenziali parziali e dell’analisi numerica

Esperienza in:

  • Modelli relativi ai derivati sui tassi di interesse
  • Modelli relativi al forex
  • Modelli relativi ai derivati del credito
  • Modelli e ricerca sulle materie prime
  • Padronanza del metodo PDE e del metodo Monte Carlo
  • Ottima padronanza dei modelli quantitativi per il pricing e l’hedging con gli strumenti derivati
  • Buona abilità di programmazione in C/C++>

Pensi ancora che il trading si riduca ad una scommessa ?

In realtà ci vogliono fisico e una mente allenata per coronare un sogno di tale portata ! Oggigiorno quella dell’analista quantitativo è la figura professionale più ambita in finanza. Questo perché l’utilizzo combinato dei software, delle scienze informatiche e statistiche applicati ai mercati finanziari ha rivoluzionato il modo di fare speculazione negli ultimi 15 anni.

In un contesto del genere si potrebbe pensare che ogni passaggio sia precluso al trader domestico, invece è vero il contrario perchè l’informatica incentrata sulla volatilità può rivelarsi l’arma vincente per un operatore privato che deve essere comunque dotato dello spirito di sacrificio necessario per fare ricerca.

In realtà, le inefficienze dei mercati attuali, le operazioni meccanizzate dai computer e soprattutto la volatilità implicita generata dai titoli derivati, permettono di ottenere risultati statisticamente positivi e sfruttabili anche da un investitore non professionista che potrà evitare di rientrare in quel 70-80 per cento di utenti che perdono regolarmente soldi.

Di Vincenzo Augello