Coronavirus e Risk-off sui mercati valutari

Lettura 2 minuti

La fase di Risk-off è diametralmente opposta a quella di Risk-on, di cui si è già trattato sul mio portale, per cui domina il pessimismo e gli investitori ricercano attività finanziarie a basso profilo di rischio, tendono a proteggere il capitale vendendo azioni, materie prime e valute ad alto rendimento come Euro/Dollaro (EUR/USD),  rifugiandosi sui titoli di stato, ad esempio T-Bond Usa o Bund tedesco.  Questa situazione riflette il sentiment negativo ispirato alla negatività degli operatori che assistono al fenomeno del flight to quality, dove la contingenza legata all’incertezza spinge i trader verso le attività considerate più sicure.

Per provare a comprendere il comportamento degli operatori in un ciclo di Risk-off è utile conoscere le relazioni Intermarket, tra i diversi mercati finanziari. Sul forex Euro/Dollaro ( EUR/USD) e Dollaro/Franco svizzero (USD/CHF) sono in perfetta correlazione inversa: ciò significa che quando l’Euro/Dollaro scende sale il Dollaro/Franco svizzero. L’Euro invece è positivamente correlato con gli asset finanziari che sono correlati inversi del Dollaro USA.

Per questa ragione ad un cambio Euro/Dollaro (EUR/USD) decrescente, in genere, corrisponde il cedimento o addirittura il crollo delle Borse, seguito da una discesa dei mercati azionari. Quando la manopola del rischio è su off non solo scendono i listini dei titoli azionari, ma si registra anche il rafforzamento delle monete considerate più solide come il biglietto verde americano, il Franco svizzero e lo Yen. Nell’ambito delle relazioni Intermarket, la fase di Risk- off condiziona in positivo il prezzo dell’oro, bene rifugio per antonomasia e, poiché il Dollaro australiano è un importante produttore del metallo giallo, ne deriva la rivalutazione della moneta del continente più esteso dell’Oceania.

Tornado per un attimo al dramma della pandemia innescata dal covid-19, quello che oggi appare è una perfetta correlazione della forza del Dollaro USA con la fase di Risk-off che ha spinto il principale cambio forex verso un pesante drawdown e in un ciclo di pessimismo/paura che sta condizionando l’economia globale.

Di Vincenzo Augello