Cosa mi piace di Brave e perché lo uso

Lettura 3 minuti

Brave al momento incorpora il miglior adblock pubblicitario. Mi piace sapere che ho il controllo sui siti che tentano di tracciare ogni mia mossa. Mi piace anche il fatto che si può scegliere di partecipare al programma Brave’s Rewards Program e guadagnare BAT (Basic Attention Token) solo per ricevere notifiche di annunci che potrebbero interessarmi. Certo ho sempre trovato molto fastidioso essere spammerizzato di continuo dalle pubblicità, ma Brave è diverso e non è così che funziona.

Si possono ricevere fino a un massimo di 5 annunci all’ora, le notifiche ads e la frequenza di ricevimento dipende solo da noi. Ho grande stima per il team che sta dietro ad un browser talmente innovativo. L’azienda si concentra sulla eliminazione di tutta l’immondizia presente su internet e premia i creatori di contenuti che forniscono informazioni utili e costruttive.

In molti siamo stanchi di vedere grandi aziende come Google o Facebook che raccolgono i nostri dati senza il nostro consenso per poi rivenderli ad altre società e ricavarne un profitto senza nemmeno offrirci la minima ricompensa, dopo tutto sono nostri i dati che arraffano. Un utente Brave invece riceve BAT che potrà utilizzare per premiare i siti preferiti, per investirli o per cambiarli in euro e spenderli.

IL PROBLEMA DELLE ESTENSIONI

So che molti esitano a passare a Brave a causa delle estensioni di Chrome di assoluta qualità, funzionali a tal punto da essere le preferite nelle attività di navigazione online; Brave però è costruito sul codice Chromium Open-Source come altri browser, per cui si possono usare lo stesso tutte le estensioni di Google Chrome anche su Brave, in attesa che la società californiana rilasci le sue.

Brave propone una nuova Internet, dove il tempo viene valorizzato, i dati personali mantenuti privati e in cui l’attenzione è riconsiderata.

Quando si usa Brave Rewards, il navigatore web automaticamente conta, solo attraverso la memoria locale del proprio dispositivo, l’attenzione che si spende sulla Rete. Una volta al mese, Brave Rewards invierà la quantità corrispondente di BAT sul portafoglio integrato nel browser in base ai siti che si sono visitati.  

Tutto questo è assolutamente anonimo: nessuno, nemmeno i programmatori di Brave possono vedere cosa si fa con il browser. L’azienda americana può solo supportare i siti verificati e inviare le quantità di BAT guadagnate a ciascun editore. I creatori di contenuti in genere usano Uphold per investire o per convertire i BAT in una valuta a loro scelta.

Gli annunci privati di Brave software non sostituiscono le pubblicità tradizionali delle pagine web, per cui, per quanto antitetiche, le due forme di advertising possono tranquillamente convivere, incrementando le potenzialità di profitto di un webmaster. Tuttavia, per impostazione predefinita, Brave blocca gli annunci web che invadono la privacy e i tracker eventualmente nascosti nel codice html di una pagina. Le notifiche private inoltre sono sempre mostrate separatamente dai programmi in uso e non sono mai annunci invasivi anzi, oltre la privacy, salvano e migliorano le prestazioni di pc, smartphone e tablet. (Di Vincenzo Augello).

Download Brave browser