Cot report UPDATE: 19.11.2019 – Future EURO

Lettura 2 minuti

PREMESSA

Il report rilasciato tutti i venerdì sera dalla CFTC (Commodity Futures Trading Commission) si basa sulle dichiarazioni settimanali obbligatorie delle posizioni assunte dagli investitori, superiori ad una data soglia; rappresenta quindi un indicatore di sentiment essenziale nel trading di valute. Raramente restituisce segnali fuorvianti. In questo tipo di relazione i large traders, ossia gli operatori istituzionali come le Banche d’Affari e gli Hedge Funds, influenzano direttamente la moneta EURO, per cui se sono maggiormente compratori il cambio tenderà al rialzo e viceversa. I commercial invece sono produttori, trasformatori, grossisti e utilizzatori di merci specifiche che usano il future della valuta in copertura degli scambi commerciali. Questi ultimi pertanto sono compratori quando l’EURO è conveniente e venditori qualora la valuta UE mostri degli eccessi.  

SCREENING

COT REPORT 22.11.2019

Nel report del 19 Novembre le posizioni in vendita degli operatori istituzionali prevalgono ma non di moltissimo: 62.503 contratti (226.401 – 163.898). Il sentiment rimane ribassista e si riflette sulla debolezza attuale del cambio EUR/USD. Il Cot report è legato allo screening delle opzioni; infatti l’analisi del future di Euro deve essere seguita dallo studio delle opzioni sul cross EUR/USD. Attualmente l’analisi combinata consente di confermare come supporti reali le opzioni put out of the money e resistenze reali le opzioni call quando cadano sopra il prezzo di mercato. Il livello reverse individuato graficamente attorno 1,1180, dalle scorse analisi tecniche, difficilmente potrà essere raggiunto se lo scarto tra le posizioni in vendita e le posizioni in acquisto piazzate dai large traders (Non Commercial) non si ridurrà. (Di Vincenzo Augello)