Cot report UPDATE: 03.11.2020 – Future EURO

Lettura 3 minuti


PREMESSA

Il report rilasciato tutti i venerdì sera dalla C.F.T.C. (Commodity Futures Trading Commission) si basa sulle dichiarazioni settimanali obbligatorie delle posizioni assunte dagli investitori, superiori ad una data soglia; rappresenta quindi un indicatore di sentiment essenziale nel trading di valute. Raramente restituisce segnali fuorvianti. In questo tipo di relazione i LARGE TRADER come le Banche d’Affari e gli Hedge Fund, influenzano direttamente la moneta EURO, per cui se sono maggiormente compratori il cambio tenderà al rialzo e viceversa. I COMMERCIAL invece sono produttori, trasformatori, grossisti e utilizzatori di merci specifiche che usano il future della valuta in copertura degli scambi commerciali. Questi ultimi pertanto sono compratori quando l’EURO è conveniente e venditori qualora la valuta UE mostri degli eccessi. 

SCREENING

COT REPORT

POSIZIONI NETTE FUTURES UE: BUYERS meno SELLERS

COMMERCIALLARGE TRADERSMALL TRADER
– 186.702+ 140.349+ 46.353

POSIZIONI NETTE FUTURES USA: BUYERS meno SELLERS

COMMERCIALLARGE TRADERSMALL TRADER
– 1.443+ 741+ 702
VALORI COTINDEX OSCILLATOR

LARGE TRADER EUROLARGE TRADER DOLLAROCOMMERCIAL EUROCOMMERCIAL DOLLARO
83,9126,1314,9776,00

Dal report settimanale rilasciato dalla Commodity Futures Trading Commission (C.F.T.C.) non ricaviamo dati che riguardano la coppia Euro/Dollaro ovvero l’EUR/USD spot, sul quale operiamo nel Forex, ma i dati relativi ai Future dell’Euro e ai Future del Dollaro.

Tuttavia, poichè la volatilità storica del cross dimostra la correlazione diretta tra i movimenti dei titoli e quello del principale rapporto valutario, risulta perlopiù determinante individuare quale dei due future restituisce un’indicazione, sapendo che la conferma da parte dell’altro future giungerà puntuale. In base ai numeri pubblicati nella serata di ieri 6 novembre, che fanno riferimento alle dichiarazioni di posizione del 3 novembre, potrebbe inizializzarsi un’inversione di trend ribassista.

Mappatura CotIndex Oscillator

Infatti, aumenta di 6.000 contatti l’open interest in vendita dei fondi speculativi, i quali allo stesso momento hanno liquidato 9.206 posizioni in acquisto. Un’operazione quest’ultima che pare avere tutte le caratteristiche di un reverse, mediante scarico lato long e carico lato short. D’altro canto, sul versante statunitense, il future americano seguita a dimostrare un sostanziale equilibrio tra compratori e venditori.

Correlazione daily close EUR/USD & CotIndex Oscillator

Per quanto invece riguarda il CotIndex Oscillator, che converte le posizioni nette delle due più importanti categorie di operatori finanziari in un range compreso tra 0 e 100, i LARGE TRADER UE passano da 87,34 a 83,91 e sale da 24,31 a 26,13 il valore che fa riferimento agli hedge fund che operano sul biglietto verde. Questa correlazione inversa depone a favore di una costruzione di tendenza a vantaggio dei venditori di EUR/USD, in quanto, secondo questo portale, risultano avere una minor convenienza statistica le operazioni in acquisto di medio/lungo periodo sulla coppia valutaria più liquida.

Fonte: Timingcharts.com. EURO FX FUTURES CME 03.11.2020

Peraltro, la view tendenzialmente dovish su Euro/Dollaro (EUR/USD) troverebbe un secondo sostegno nella riduzione delle posizioni short di copertura degli istituzionali, cd COMMERCIAL, che tagliano di 10.531 unità l’open interest in vendita e caricano di 9.585 l’esposizione in acquisto a protezione di eventuali crolli del valore dell’Euro allo scoperto.  

Di Vincenzo Augello