Cot report UPDATE: 04.05.2021 – Future EURO

Lettura: 3 minuti

PREMESSA

Il report rilasciato tutti i venerdì sera dalla C.F.T.C. (Commodity Futures Trading Commission) si basa sulle dichiarazioni settimanali obbligatorie delle posizioni assunte dagli investitori, superiori ad una data soglia; rappresenta quindi un indicatore di sentiment essenziale nel trading di valute. Raramente restituisce segnali fuorvianti. In questo tipo di relazione i LARGE TRADER come le Banche d’Affari e gli Hedge Fund, influenzano direttamente la moneta EURO, per cui se sono maggiormente compratori il cambio tenderà al rialzo e viceversa. I COMMERCIAL invece sono produttori, trasformatori, grossisti e utilizzatori di merci specifiche che usano il future della valuta in copertura degli scambi commerciali. Questi ultimi pertanto sono compratori quando l’EURO è conveniente e venditori qualora la valuta UE mostri degli eccessi. 

SCREENING

COT REPORT

POSIZIONI NETTE FUTURES UE: BUYERS meno SELLERS

COMMERCIALLARGE TRADERSMALL TRADER
– 142.158+ 84.829+ 57.329

POSIZIONI NETTE FUTURES USA: BUYERS meno SELLERS

COMMERCIALLARGE TRADERSMALL TRADER
– 5.341+ 2.055+ 3.286
VALORI COTINDEX OSCILLATOR

LARGE TRADER EUROLARGE TRADER DOLLAROCOMMERCIAL EUROCOMMERCIAL DOLLARO
71,4027,3223,1773,02

Piuttosto statica la struttura finanziaria del Cot Report sulle valute UE – US, che conferma la prevalenza complessiva di posizioni in acquisto sul contratto derivato della moneta unica europea, oltre ad una flessione dell’open interest in trend comprato sul dollaro USA.

Nel dettaglio, la settimana appena conclusa registra la variazione positiva di 6.057 operazioni UE long sui fondi speculativi, il che segna anche l’accenno di rebound dell’indice proprietario di questo portale lato LARGE TRADER, che rispetto alla precedente analisi passa da 70,49 a 71,40 punti.

Tendenza CIO dal 25.08.20 al 04.05.2021

Aumenta dunque la propensione al rischio degli investitori, in scia peraltro ad aspetti legati alla stagionalità, potenzialmente in grado di far risalire la relazione tra future comprati e future venduti dalla grande speculazione finanziaria che vede come sottostante l’euro-moneta.

Ciò nonostante, il CotIndex Oscillator mantiene tuttora l’assenza di indicazioni predittive o di net position di tipo extreme, sia sul fronte USA sia su quello europeo. In questa nuova fase temporale del principale mercato valutario potrà quindi dimostrarsi utile l’osservazione giornaliera della catena delle opzioni Euro/Dollaro (EUR/USD), in quanto potrebbe suggerire la presenza di strategie rialziste o ribassiste a regime sull’asset di riferimento.

Fonte: Timingcharts.com – EURO FX FUTURE CME 04.05.2021

Dalle pubblicazioni C.F.T.C. sono lette soprattutto le intenzioni dei LARGE TRADER, che possono spalleggiare l’attività del trader retail, dal momento in cui riesce a percepire per tempo il loro modus operandi, studiato con un solo obiettivo: soldi.

Il loro fine è segnatamente speculativo e rientrano in questa categoria i fondi hedge e le grandi istituzioni finanziarie. I LARGE TRADER dividono con i COMMERCIAL il 90% di ogni mercato future e ogni scambio porta la loro “benedizione”, ecco perché cercare di capire i loro movimenti significa imparare a leggere il mercato.

Di Vincenzo Augello