Crash del mercato delle cripto. Bruciati 30$ miliardi, Bitcoin sotto $9k

Lettura: 3 minuti

Quello di martedì 24 settembre 2019 è stato un sell-off epico. Oltre 30 miliardi di dollari sono stati letteralmente mandati in fumo dopo le pesanti vendite su Bitcoin e la gran parte delle altcoin. Bitcoin dal canto suo ha perfezionato il temuto triangolo discendente, pattern grafico ribassista, rompendo il supporto sostenuto per mesi dai compratori della divisa cifrata. E’ evidente che le attese riposte su Bakkt, piattaforma regolamentata per il trading di future basati su Bitcoin, erano poco convincenti ed i mercati non hanno reagito come in tanti si aspettavano. Il dump è stato così potente che i leoni da tastiera non hanno perso tempo su twitter. Peter Schiff, broker e commentatore finanziario di peso negli Stati Uniti,  è stato uno dei primi a reagire sui social e annuncia un crollo ancora più pesante nelle prossime giornate: “Bitcoin ha finalmente rotto sotto la linea di supporto dell’importante triangolo discendente su grafico daily che ha ristagnato per mesi. Si tratta di un modello tecnico molto ribassista e conferma che è stato stabilito un top importante. Il rischio è alto per una rapida discesa verso i $4.000 o più in basso !“.

La chiamata ai $4k è un po’ estrema probabilmente, ma era da aspettarsela da chi è notoriamente anti-cripto. Una previsione più equilibrata è arrivata invece da Josh Rager, co-fondatore e analista tecnico di Blockroots, che ha identificato alcune zone di acquisto potenziali: “Se quella avvenuta ieri non è una trappola per gli orsi, credo che il prezzo si diriga verso i $7k. Un sacco di acquirenti sono in attesa di entrare a mercato tra i $6180 e $6500″.

ALTCOIN ANNICHILITE !

Con Bitcoin in frantumi la situazione per il resto dei mercati virtuali è a dir poco cupa. Ethereum si è eclissato del 15 per cento in una discesa fino a $170 dove attualmente si è appoggiato. XRP (Ripple) ha toccato un nuovo minimo annuale inferiore a $0.24 con una perdita dell’11 per cento e Bitcoin Cash è stato schiacciato fino a 230 dollari dalle pesanti vendite short.

Tether ha riconquistato il quarto posto in termini di market cap, dato che Litecoin è sceso del 15% in un calo ben al di sotto dei 60 dollari. EOS ha perso il 22% con un drawdown che ha raggiunto i 2,90 dollari e Binance Coin sta facendo male muovendosi attorno i 16 dollari accumulando un calo del 16%. Insomma, il 24 settembre è stato davvero un martedì nero per il mercato delle cripto. (Di Vincenzo Augello).

Prova il browser Brave in modo da sostenere il progetto di diffusione di Brave Software Inc.,oppure visita la mia pagina facebook “Brave il migliore browser al mondo” se vuoi sapere di cosa si tratta e scaricarlo dal pulsante USA l’APP. Vedrai che è interessante, remunerativo per gli utilizzatori ed in grado, tra poco tempo, di restituire profitti mediante la visualizzazione delle pubblicità dei siti internet che visiti, come già avviene in Francia, USA, Canada, Regno Unito e Germania.

Download Brave browser