Elon Musk, Jack Dorsey e Cathie Wood al B World, la chat evento per le cripto e Bitcoin

Lettura 3 minuti


Qualche giorno fa, in occasione del B-World le criptovalute hanno beneficiato di una spinta al rialzo. L’evento ha visto tre importanti BTC supporter:  Elon Musk, Jack Dorsey e Cathie Wood, che attraverso una chat online hanno discusso del futuro delle cripto e della e-currency più capitalizzata.

Elon Musk guida il meeting su BTC

Poche ore dopo la conferenza virtuale, Bitcoin è rimbalzato ai 32 mila dollari, guadagnandone oltre 2.000 ($), mentre in stesura la criptovaluta viaggia ben sopra la barriera dei 38 mila dollari. Alla riunione, Musk ha confermato che non è solo Tesla che ha aggiunto Bitcoin al suo balance sheet nell’ultimo anno, in quanto anche SpaceX detiene Bitcoin,

affermando in più nello specifico:

Bitcoin da solo non può scalare e diventare il sistema monetario per il mondo a livello base. Ci può essere qualche convenienza nel combinare qualcosa come Ethereum e Dogecoin… Potrei pompare, ma non scarico. Non tendo ad avere un prezzo alto e poi vendere, ma vorrei invece vedere Bitcoin avere successo

Bitcoin di fatto ha avuto una reazione positiva nelle ultime giornate seguite alla riunione online di mercoledì scorso, anche se non è stato detto chissà cosa o promosso aspetti che molti cripto investitori magari speravano. Tuttavia Elon Musk ha ribadito di aver aperto la porta a Bitcoin, fattore che è già di supporto ad uno status tecnico delle valuta su blockchain di per sè promettente.

Ha poi aggiunto Musk:

C’è vantaggio nel considerare ciò che ha un tasso di transazione più alto e un costo di transazione più basso e vedere quanto lontano può portare una rete da un singolo livello, con gli scambi che agiscono come un secondo livello de facto. Penso che potrebbe portare più lontano di quanto la gente si renda conto, visto che la larghezza di banda aumenta nel tempo e la latenza diminuisce… SpaceX e Starlink stanno giocando un ruolo in questo, e a lungo termine le persone avranno accesso a livello mondiale alla connettività gigabit a bassa latenza e basso costo. Quindi, già un livello base che potrebbe portare ad un sacco di transazioni.

Starlink, in particolare, è un nuovo progetto di SpaceX, una rete internet satellitare. Il piano di lavoro vanta più di 70.000 utenti in 12 paesi ed è pensato per “riempire i vuoti geografici” tra le regioni e i continenti, fornendo la copertura a smartphone e connessioni internet a terra.

Su Doge come criptovaluta definitiva ha pure dichiarato Musk:

Se qualcun altro non lo fa, allora Starlink lo farà sicuramente. Ho molta fiducia che sarete in grado di mantenere un sistema finanziario decente pur avendo una blockchain molto più estesa. Si può fare un hash-ledger più grande senza compromettere la decentralizzazione, dato che la connettività media migliora

Il mese scorso, Musk ha anche twittato che era d’accordo con Vitalik Buterin, co-ideatore di Ethereum, il quale a sua volta ha sostenuto che Dogecoin potrebbe essere aggiornato e connesso ai blocchi Eth per, alla fine, “battere Bitcoin a mani basse“.

Di Vincenzo Augello