Eric Adams: a New York le cripto saranno materia di studio nelle scuole

Lettura 3 minuti


Eric Adams, il nuovo sindaco eletto a New York City, vuole che le criptovalute siano materia di studio nelle scuole.

Il primo cittadino della Grande Mela dice che le valute digitali sono gli strumenti finanziari del futuro, e ragazzi e giovani generazioni devono essere preparati per quanto probabilmente avverrà in tempi niente affatto lontani.

Eric Adams: le cripto nelle scuole

A questo punto, pare proprio che chiunque dubiti ancora oggi delle potenzialità delle criptovalute si dia la zappa sui piedi. Bitcoin, la moneta immateriale più popolare è la valuta digitale più capitalizzata al mondo e in stesura è venduta a poco meno di 65 mila dollari.

Anche Ethereum, la regina delle altcoin, si muove attorno l’all time high oltre 4.800 ($), mentre l’intera arena delle divise virtuali supera 3.000 miliardi di dollari. In buona sostanza, nonostante il denaro fiat sia tuttora dominante, sempre più aziende trovano un ruolo in questo comparto in costante crescita.

Eric Adams da parte sua è convinto che, con il passare del tempo, le criptovalute diventeranno sempre più solide ed importanti, essenziali a tal punto che i giovani devono conoscerle, per trovarsi pronti e poterle utilizzare in età adulta.

E dice in una intervista:

La criptovaluta è un nuovo modo di pagare beni e servizi. Dobbiamo formare le nostre scuole all’insegnamento della tecnologia, per far imparare questo nuovo modo di vedere le cose quando si tratta di pagare

In questo settore la formazione è carente, quando invece le cripto-industrie sono sempre più apprezzate dalle economie occidentali. Ci sono inoltre tante piattaforme per negoziare e/o trasferire valore che ha o avrà presto riscontro nella realtà e sottostante in casi d’uso tangibili, ma molti non hanno quella necessaria familiarità con le innovazioni della DeFi e le opportunità degli asset digitali.

Non tutti però la pensano come il nuovo sindaco di New York e c’è chi crede che insegnare ai ragazzi le criptovalute attraverso percorsi istituzionali non sia l’approccio migliore. Uno di questi è Jason Furman, professore ad Harvard ed ex membro del Consiglio dei consulenti economici sotto Obama, che ha detto:

Sembra pure un conflitto di interessi. Come se un sindaco annunciasse: ‘Sto comprando un sacco di azioni Amazon e poi metterò in atto politiche per sostenere Amazon‘.

E’ chiaro che Adams è un grande fan del pianeta cripto, alle prese peraltro con una acerrima contesa con il sindaco Francis Suarez di Miami, quando afferma che la solare città della Florida aveva avuto la sua occasione per rappresentare le criptovalute, e New York è invece sul punto di prenderne il posto, adesso che lui a gennaio indosserà la fascia di primo cittadino a NYC e prenderà tre stipendi in bitcoin.

Imprese che accettano cripto

Il nuovo sindaco sta anche valutando un progetto che consentirebbe alle imprese locali newyorkesi di accettare criptovalute nei pagamenti, ed ha spiegato:

Lo esamineremo, e ci muoveremo con cautela. Abbiamo intenzione di fare le cose per bene

Di Vincenzo Augello


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.