Gli utenti giapponesi del browser Brave saranno in grado di ricevere token BAT

Lettura 2 minuti

La nazione insulare dell’Oceano Pacifico tra pochi mesi consentirà di veicolare Basic Attention Token (BAT) attraverso la propria rete internet come ricompensa di chi dedica qualche secondo agli annunci pubblicitari del programma di navigazione del team di Brendan Eich.  

La startup Brave-software recentemente ha stretto una collaborazione con l’exchange nipponico BitFlyer per sviluppare un portafoglio di criptovalute e solo da pochi giorni le due società hanno annunciato che il wallet in sviluppo sta uscendo dalla fase beta e che il rilascio della prima versione è previsto per novembre.

Il portamonete, meglio definibile come “wallet integrato“, permetterà inoltre agli editori di incassare BAT sotto forma di donazione, di “bonificarlo” o di cambiarlo in valuta FIAT. Brave infatti per ora non può pagare nè gli utenti nè gli editori del Paese del Sol Levante con BAT a causa delle normative locali che non consentono questo tipo di transazioni digitali ed offre loro invece BAT Point.

Hanno spiegato le due aziende:

Gli utenti del navigatore cifrato che in Giappone attualmente hanno optato per Brave Rewards ricevono i BAT Points per la visualizzazione degli annunci, ma dopo il rilascio del Portafoglio Integrato riceveranno BAT nativo nel loro account bitFlyer collegato al wallet Integrato,

Basic Attention Token (BAT) è quotato su diverse piattaforme di scambio, tra cui BitFlyer, Binance, Coinbase Pro e Gemini. In scrittura BAT si muove all’interno di un canale daily ascendente al prezzo di 0,256 centesimi di dollaro pari a 0,216 centesimi di euro.

Di Vincenzo Augello