Hedge fund lavorano contro Bitcoin, ma i DayTrader saccheggiano le cripto

Lettura 3 minuti


Bitcoin ha ottenuto un grande successo finanziario negli ultimi tempi; da ottobre 2020, la valuta su blockchain numero uno al mondo ha avuto un’impennata dei prezzi come nessun altro asset sulla Terra. Tutto ciò è un bene e un male, nel senso che ha permesso a molti che hanno criptovalute di arricchirsi e di far crescere i loro portafogli.

Bitcoin boicottato dai fondi hedge

Il lato oscuro della faccenda, invece, sta nel fatto che diversi hedge fund stanno ora tentando di cortocircuitare BTC e di scommetterci contro. Dopo tutto, quando il prezzo sale molto velocemente, come ha fatto quello di Bitcoin, è difficile supporre che seguiterà a salire all’infinito. Come si dice da queste parti, “ciò che sale deve scendere”, e per gli hedge fund Bitcoin non fa eccezione.

Secondo i dati della società di analisi di criptovalute, The Block, questa categoria di smart money ha aumentato in modo significativo l’esposizione short su BTC. Le posizioni sono le più importanti tra quelle mai registrate e l’arena dei future legati a Bitcoin cresce molto rapidamente.

Mentre questi fondi  parrebbero lavorare contro la criptovaluta più capitalizzata, molti trader retail hanno utilizzato la situazione per entrare contrarian, il che sta stabilizzando il valore di Bitcoin.

Frederique Carrier, a capo dell’ufficio strategia e investimenti presso RBC Wealth Management,  ha spiegato in una recente intervista che la pandemia da COVID-19 ha a che fare con quanto sta accadendo. Molti, forse annoiati a casa propria, sono in cerca di qualcosa da fare e Bitcoin stuzzica la mente delle persone fino a rappresentare una solida opportunità finanziaria,

ed afferma:

Essere bloccati a casa a causa delle misure di confinamento e dai lockdown per la pandemia sembra aver stimolato un afflusso di trader privati. Gli atteggiamenti degli investitori sono stati condizionati dai guadagni da prima pagina in alcune situazioni di alto profilo. Per esempio, il guadagno del 35% fatto da Bitcoin nei primi nove giorni del 2021 sulla scia di un’impennata del prezzo di cinque volte da marzo a dicembre 2020; o l’aumento di più di sei volte delle azioni GameStop in meno di due settimane al 26 gennaio; o anche Tesla, ora il quinto titolo più grande dello S&P 500, con una market cap più grande di quella delle principali case automobilistiche statunitensi, europee e giapponesi messe insieme

Tanti, tanti nuovi trader

Il Broker e-Toro dichiara di aver aperto account per cinque milioni di nuovi utenti nel corso del 2020 e ora ne calcola un altro milione solo nel primo mese del 2021. Nicholas Pelecanos, che dirige il trading della società blockchain NEM,

ha spiegato:

Con Robinhood che blocca il trading di alcuni asset come GameStop e Nokia e il presidente e CEO del Nasdaq, Adena Friedman, che chiede regolamenti per impedire agli investitori privati di fare squadra sui social media, le criptovalute diventano sempre più forti. Credo che assisteremo ad una nuova ondata di BTC-Trader e di operatori retail su altri importanti asset crittografici a causa di questa debacle

di Vincenzo Augello