Il momentum è nella volatilità implicita

Lettura 2 minuti


E’ vero, il grafico dice tutto, però il prezzo tende ad imboscarsi al suo interno e sistematicamente nasconde le sue intenzioni agli investitori, di conseguenza momentum e market timing non sono là, dove in genere si pensa.

Il momentum, e quindi la variazione del prezzo che sostiene accelerazione e direzione futura di un mercato, si insinua nei reticoli della volatilità implicita, per cui è in essa che dovremmo cercarlo, provando a quantificarlo.

La sua misura più superficiale è data dall’indicazione della pendenza della curva di distribuzione della volatilità, e poiché la volatilità implicita assume la forma di una matrice dinamica di percentuali prodotte dai premi delle opzioni, dunque dal denaro investito dagli operatori finanziari, è difficile se non impossibile misurarla con un valore singolo.

Ciò che di più semplice è possibile desumerne è che a livelli estremi della banda di Implied Volatility (IVOL) corrispondono livelli di supporto e di resistenza. Pertanto, quote elevate della pendenza contengono il momentum c.d. invisibile al grafico dei prezzi.

Detto in altri termini, percentuali superiori della curva di distribuzione della volatilità implicita sono in grado di contenere tutta l’energia e la forza esplosiva del movimento successivo potenziale.

Semplificando ulteriormente, skew (l’asimmetria della curva di distribuzione della volatilità) e pendenza a destra producono probabilità associate a rialzi delle quotazioni, che risultano maggiori rispetto a quelle di un ribasso.

Viceversa, quando lo skew è negativo e l’inclinazione è a sinistra, l’asimmetria e la pendenza implicano, nell’orizzonte temporale preso come riferimento, maggiore possibilità di guadagni da operazioni di vendita.

Skew ribassista (inclinato a sinistra) su opzioni del future del cambio EUR/USD, scadenza 20 maggio 2022

Di conseguenza, quello che ne deriva è che la pendenza viene condizionata dalle posizioni degli investitori istituzionali e non è sic et simpliciter una derivata del prezzo.

Ecco perché abbandonati definitivamente il disordine dell’informazione mainstream e i rumori di fondo dei mercati finanziari, la misurazione della volatilità implicita ricopre un ruolo centrale nelle attività di trading professionale e negli investimenti di più lungo periodo.

Di Vincenzo Augello


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.