Il peso del Pound sul cambio Euro/Dollaro

Lettura: 2 minuti

Pound sta per sterlina in italiano e il cambio sterlina/dollaro USA, noto ai trader come “cable”, è una delle coppie più importanti del mercato valutario per via delle interconnessioni finanziarie esistenti tra Gran Bretagna e America. Durante la grande recessione tra il 2007 ed il 2013, scoppiata negli Stati Uniti nel 2006 in seguito alla crisi dei subprime e del mercato immobiliare, il range giornaliero del cross ha raggiunto i 385 punti, fino a scendere a 180 punti medi nel 2012 e a 120 punti medi nelle sessioni di trading attuali. Il cable è una coppia molto volatile ed ha una correlazione diretta con il principale rapporto valutario del mercato forex: EUR/USD.

Questo statisticamente comporta che al movimento dell’uno corrisponde il movimento dell’altro nella stessa direzione; per cui se sale Gbp/Usd sale Eur/Usd e viceversa. Qualora volessimo attribuire una valore numerico al grado di correlazione diretta tra il cambio sterlina/dollaro e il cambio  euro/dollaro, in una scala a 0 a 100, sarebbe 79. Ciò significa che se il cable si muove di 10 punti al rialzo, EUR/USD lo segue mediamente di 7,9 punti. Consideriamo, inoltre, che Londra è la sede delle maggiori banche mondiali e nella capitale inglese si trovano la gran parte dei market maker e dei broker responsabili delle transazioni su Gpb/Usd.

La circostanza implica che tali operatori istituzionali conoscano piuttosto bene le posizioni e gli ordini di stop loss dei loro clienti, dei  trader privati che operano da ogni parte del mondo davanti ai propri monitor a casa, in ufficio o nelle sale operative di società private. Questi individui sono famosi per essere dei veri e propri “stop loss hunter” ovvero cacciatori di stop loss. Il momento critico si verifica all’apertura di Londra, alle 09.00 ora italiana, quando in genere il pound parte in una direzione, con lo scopo di far saltare gli stop loss dei trader retails fino alle 9.30 – 10.00, per poi invertire la rotta e produrre il vero movimento della giornata. Dalle 08:00 alle 10:00, ora italiana, si ha il picco di volatilità sul cable e spesso sono le ore più utili per l’osservazione prima di entrare a mercato. (Di Vincenzo Augello).