Il team Brave ha oltre 200.000 editori registrati

Brendan Eich, nformatico statunitense, creatore del linguaggio di programmazione JavaScript. Ha inoltre cofondato il progetto Mozilla, la Mozilla Foundation e la Mozilla Corporation. Dal 2015 è il CEO di Brave
Lettura 3 minuti

Il numero di editori che si sono registrati per accettare e promuovere Basic Attention Token, ossia il BAT, il token del Brave Browser è cresciuto fino a superare le 200.000 unità. Al 31 luglio, ci sono 200.500 editori in totale; gli editori di YouTube prevalgono con 148.450, seguiti dagli editori di siti web 27.172, Twitch 11.525 e Twitter 11.451, tra gli altri. Brave è il browser gratuito e open source fortemente focalizzato sulla privacy degli utenti che ha introdotto il BAT come strumento per risolvere i problemi creati dai modelli attualmente dominanti della pubblicità online. Il BAT è un token progettato sulla blockchain di  Ethereum, una piattaforma distribuita, a catena di blocchi, che viene guadagnato dagli utenti che optano per vedere gli annunci nel browser e utilizzare la valuta criptata. Tutti gli annunci invasivi della privacy e i loro tracker vengono rimossi da Brave e  sostituiti da quelli che l’azienda chiama “annunci privati” che non raccolgono informazioni sugli utenti. Il sistema è descritto come una nuova frontiera pubblicitaria digitale e decentralizzata, open source ed efficiente, basata sulla tecnologia a blocchi. Gli utenti possono controllare quanti annunci vogliono vedere, mentre Brave permette loro di guadagnare BAT dagli inserzionisti per l’esecuzione dei loro annunci. Gli utenti possono quindi spendere i loro BAT per supportare i creatori di contenuti o siti web, o accedere a contenuti premium. Gli editori nel frattempo guadagnano BAT dagli inserzionisti, a seconda della quantità di attenzione che generano le visite degli utenti. Brave lancia dunque un ecosistema basato sul rispetto della privacy e allo stesso tempo guida e contempera sia le entrate per gli editori che e per gli inserzionisti. Tutto questo si oppone ai modi dei browser tradizionali che costringono gli utenti a “pagare” per navigare sul web con la loro attenzione, cedendo allo stesso tempo i loro dati privati alla pubblicità invasiva che avviene con poca o nessuna trasparenza. Il modo in cui il browser Brave raggiunge il suo obiettivo è mostrare gli annunci all’utenza dicotomizzandoli dai siti web; le impostazioni di blocco di default rimangono infatti inalterate se un internauta non vuole vedere alcun banner pubblicitario. Allo stesso tempo l’attenzione che gli utenti dedicano ai siti, che attribuisce loro BAT, viene calcolata in modo anonimo e locale, sul dispositivo che utilizzano, con metodologie  “Ad matching”  che impediscono l’assorbimento di elementi di privacy. Ciò significa che le informazioni personali non vengono mai condivise online. I ragazzi capitanati da Brendan Eich seguitano a lavorare intensamente per aggiungere nuove funzionalità al programma Brave Rewards ed espanderlo in tutte le parti del mondo.

Prova il browser Brave in modo da sostenere il progetto di diffusione di Brave Software Inc.,oppure visita la mia pagina facebook “Brave il migliore browser al mondo” se vuoi sapere di cosa si tratta e scaricarlo dal pulsante USA l’APP. Vedrai che è interessante, remunerativo per gli utilizzatori ed in grado, tra poco tempo, di restituire profitti mediante la visualizzazione delle pubblicità dei siti internet che visiti, come già avviene in Francia, USA, Canada, Regno Unito e Germania.

Download Brave browser

Di Vincenzo Augello