Jack Dorsey e Square progettano di semplificare il Cripto Mining

Lettura 3 minuti


Jack Dorsey, CEO del colosso dei social media Twitter e Square, vuole creare un’infrastruttura semplificata per il mining con l’intento di sostenere il settore e rafforzarlo.

Dorsey, la società di pagamenti Square e il mining

In un tweet della scorsa settimana, Dorsey ha spiegato:

Square sta progettando di costruire un sistema di mining per bitcoin su silicio personalizzato e open source per la gente e le imprese di tutto il mondo. Se lo facciamo, seguiremo il nostro modello di hardware wallet: costruire in trasparenza ed in collaborazione con la community

Dopo questo tweet, il prezzo di Bitcoin ne ha fortemente guadagnato, anche se la criptovaluta si è spenta un pò dopo l’ATH a 67 mila dollari, e viene scambiata a poco più di 63.000 dollari in stesura.

Ciò nonostante, la notizia ha avuto un impatto molto positivo sul mercato. Nei tweet a seguire Dorsey ha elencato i problemi più importanti che l’industria del cripto-mining sta affrontando, sottolineando che le attività di emissione di criptovaluta attualmente sono disponibili solo per alcuni team di persone. Ha infatti affermato:

Il mining di Bitcoin dovrebbe essere facile come collegare un impianto a una fonte di alimentazione. Non c’è abbastanza incentivo oggi per gli individui a superare le complessità di una gestione personale del mining

Il capo di Twitter ha pure aggiunto che la validazione dei blocchi on chain deve essere più “distribuita” e “più efficiente dal punto di vista energetico“.

Tema quest’ultimo molto sentito negli ultimi mesi, e sottolineato da figure di alto profilo del mondo imprenditoriale statunitense come Kevin O’Leary di “Shark Tank” e Elon Musk di SpaceX e Tesla.

O’Leary, in particolare, dichiarò a suo tempo, che non avrebbe più acquistato bitcoin estratti in Cina, visto che quando si poteva fare mining all’interno dei confini della repubblica popolare cinese, le farm di stanza nel territorio asiatico non utilizzavano metodi “verdi” per la produzione di criptovaluta.

Dorsey ha poi continuato dicendo:

Il lavoro principale di un miner è quello di regolare in modo sicuro le transazioni senza la necessità di terze parti. Questo è fondamentale anche dopo che l’ultimo bitcoin è stato estratto. Più il tutto è decentralizzato più la rete bitcoin diventa resiliente

Minare Bitcoin può essere un modo per guadagnare bene, anche perché il trading di criptovalute ha un grado di rischiosità elevato. Il mining riflette dunque prospettive molto interessanti, specialmente dopo il ban della Cina, e si calcola una crescita di 3 miliardi di dollari nei prossimi anni, almeno a quanto indicato dalla società di ricerche di mercato Technavio.

Rendere il mining conveniente ed efficiente

Jesse Dorogusker, responsabile per gli impianti hardware di Square, ha detto in una recente intervista di essere stato incaricato di amministrare i progetti di mining e che esaminerà tutti i requisiti e le specifiche software necessari per procedere allo sviluppo del piano imprenditoriale di Jack Dorsey, commentando:

Incuberemo il progetto di mining di Bitcoin nei nostri sistemi e all’interno dell’hardware di Square, iniziando con l’architettura, la progettazione e la prototipazione di silicio più efficiente, algoritmi di hashing e architetture di potenza.

Di Vincenzo Augello