Jonathan Sampson, del team BAT software, spiega perchè Ethereum è stato preferito a Bitcoin

Lettura 3 minuti

Uno sviluppatore del team di Brendan Eich, qualche giorno fa con un tweet, ha lasciato intendere che Basic Attention Token (BAT), la criptovaluta che sostiene l’ormai popolare browser Brave, inizialmente sarebbe potuta essere implementata su Bitcoin prima di passare a Ethereum.

Lommy, su twitter, ha scritto che le funzioni connesse a Basic Attention Token sarebbero state più efficienti e avrebbero funzionato più velocemente se fossero state implementate sul protocollo Lightning Network che si pone come la soluzione più accreditata per rendere Bitcoin scalabile.

Se @brave avesse usato BTC/ LN sarebbe stato meraviglioso… Sono sicuro che ormai lo sanno, ma sono bloccati

Ma Sampson é subito intervenuto:

Abbiamo lanciato il nostro prototipo su Bitcoin. Le tariffe di rete e la congestione hanno quasi insabbiato il nostro progetto. I nostri utenti compravano 5 dollari in Bitcoin, e pagavano fino al 90% di fees. E dopo aspettavano tempi lunghissimi per le transazioni delle loro monete. BTC/LN non era pronta.

Lo sviluppatore ha fatto notare che tempi di transazione di Bitcoin erano insostenibili e la congestione della rete avrebbe causato l’inoperatività di BAT .

Sampson ha poi osservato che Basic Attention Token non è nato per Ethereum ma per indirizzare un bacino di utenti che deteneva 300 milioni di BAT, cercando di evitare che altri proponessero “le proprie monete”.

Jonathan tuttavia non esclude del tutto che Bitcoin possa essere nel futuro di BAT. Un utente ha anche chiesto se il progetto avesse mai testato Lightning Network ora che è un protocollo stabile e il programmatore ha risposto:

Come abbiamo già detto in passato, ci adatteremo alle necessità, ma personalmente non vedo come Brave possa essere migliorato utilizzando Bitcoin piuttosto che BAT. Brave ora vanta 13 milioni di utenti  e centinaia di migliaia di editori.

Sampson ha concluso spiegando che i problemi che Brave ha avuto nel 2016/17 e le lunghe attese fino ad un’ora per le transazioni, derivavano da una rete Ethereum in fase di crescita, considerato che CryptoKitties sviluppatosi nel 2018 è stato un vero e proprio test del progetto di Vitalik Buterin. Ma ora gli utenti hanno un sistema opt-in per gli annunci e i pagamenti in BAT sono gestiti senza grossi problemi.

Basic Attention Token tra le migliori criptovalute

BAT è cresciuto nei fondamentali dalla sua nascita. Il token rimane una delle valute crittografiche più utilizzate e ha visto la sua adozione aumentare tra gli utenti da quando è stata lanciata la versione 1.0 di Brave.

Recentemente, Binance, broker di criptovalute di livello mondiale e Brave hanno annunciato il lancio di un widget per il trading in-browser che permette agli investitori una comoda interazione. La partnership aiuta gli utenti a connettersi direttamente con Binance e ad utilizzare i suoi servizi di scambio e deposito, il tutto attraverso il browser Brave.

In fase di scrittura di questo articolo, BAT è scambiato poco sotto 0,19 dollari, con un incremento dell’ 8% da aprile.

Di Vincenzo Augello