JPMorgan spiega in una lettera la forza di Bitcoin

Lettura 3 minuti


Fa sempre piacere vedere Bitcoin guadagnarsi un nuovo fan, ed è quanto sembra stia succedendo con JPMorgan, gestita da un uomo che in passato non si curava affatto della criptovaluta. Invece, in un recente comunicato, la Banca d’Affari ha spiegato perché BTC è un asset class alternativo migliore dell’oro e perché è preferito anche nel pianeta finanza.

JPMorgan e Bitcoin

JPMorgan, lo sappiamo, è guidata da Jamie Dimon, che ne ha dette di cotte e di crude sulla valuta immateriale più capitalizzata. Dimon ha parlato di Bitcoin e delle cripto come di una truffa, anche se poi ha commissionato lo sviluppo di una moneta cifrata gestita dalla sua banca: il JPM Coin, uno dei primi esempi di emissione privata di criptovaluta protetta dai dollari di un grande attore del mercato finanziario.

Ora, in una recente lettera, JP Morgan Chase scrive che Bitcoin ha ancora molta strada da fare, ma per molti aspetti supera l’oro. Nella lettera c’è scritto :

Anche un modesto affollamento verso l’oro come bene rifugio nel lungo termine implicherebbe il raddoppio o la triplicazione del prezzo di Bitcoin… Le criptovalute assumono valore non solo perché servono come depositi di ricchezza, ma anche per la loro utilità come strumento di pagamento. Man mano che gli attori economici accetteranno le cripto come mezzo di pagamento in futuro, maggiore sarà la loro utilità e il loro valore

Queste parole implicano che, con il passare del tempo, un numero sempre maggiore di persone e soprattutto di aziende che operano nel credito o nella speculazione, potrebbero considerare BTC come strumento a difesa del patrimonio, come mezzo a tutela dei crash economici, nonché per acquistare beni e servizi. Tutto sommato è quello che si sta verificando ed è per questo che i prezzi di Bitcoin e delle altcoin nel bene e nel male seguitano a crescere.

Ne stiamo già vedendo la dimostrazione con PayPal che recentemente ha annunciato agli utenti la possibilità di acquistare prodotti con BTC attraverso la sua piattaforma, evento che ha fatto rimbalzare la moneta oltre i 13.000 dollari per la prima volta in oltre un anno.

I Millennials giocheranno un ruolo importante

JPMorgan dice poi che Bitcoin ha un grande vantaggio rispetto al metallo giallo, in quanto attrae e coinvolge i millennials che, secondo la banca americana, rappresenteranno l’ago della bilancia per un’adozione di massa. Nella lettera si legge:

Il potenziale vantaggio a lungo termine per Bitcoin è notevole, in quanto compete con maggior vigore con l’oro anche rispetto al primato di bene rifugio, dato che i millennials possono diventare, negli anni, la componente più importante nell’universo degli investitori

In verità si tratta di considerazioni che abbiamo già sentito più volte, ed è curioso vedere JPMorgan confermarle. In effetti il fatto che i millennials abbiano vissuto e stiano subendo gli effetti della Grande Recessione, e quindi non vedano le banche sotto la stessa luce dei più anziani costituisce una leva importante per tutte le valute virtuali.

I giovani non si fidano delle istituzioni finanziarie tradizionali come fanno ancora i più attempati, e quindi vedono in Bitcoin una modalità smart, più efficace, per guadagnarsi l’indipendenza finanziaria.

Di Vincenzo Augello