La coerenza è degli stupidi, anche in finanza

Lettura 2 minuti


Un altro fattore che, di certo, ha il suo peso nelle attività finanziarie è la coerenza, un aspetto che spesso incide sulla scelta di vendere o comprare un titolo, un’azione, un rapporto di cambio, una criptovaluta.

La coerenza è quell’elemento psicologico per cui le decisioni sono condizionate dal rispetto di regole che devono calzare con il nostro modo di essere e di pensare. Se, ad esempio, amo i cani, presto molta attenzione alla loro salute, sicuramente starò attento a cosa mangiano, al modo in cui passano le giornate, dedicandogli attenzione e affetto: tutto questo per mantenermi coerente con il mio animo, la mia indole, il mio modo di essere e di pensare.   

In finanza e nel trading, di riflesso, può accadere che non si vendano valute e titoli in quanto sarebbe una decisione che urta contro le norme interiori del nostro spirito interno. Così, se fossi un militante di Greenpeace, non acquisterei azioni di compagnie petrolifere, anche se dal punto di vista tecnico offrono attraenti opportunità a basso rischio.

In buona sostanza la coerenza è un’attitudine psichica conscia, e talvolta inconscia, che ci permette di assumere un comportamento e di prendere una decisione senza farci sentire in colpa. Alla fine, è un atteggiamento molto comune che appartiene a quasi tutte le persone, ma se trasferito sui mercati finanziari può risultare pericoloso e portare a perdite di denaro.

Supponiamo per ipotesi che un trader abbia fatto profitti soltanto comprando, ossia con posizioni dove si guadagna se il prezzo sale, spinto dalla motivazione inconscia che investire sul titolo di un’azienda significa aiutarla dal punto di vista economico. Di conseguenza il trader in questione non aprirà mai operazioni short, visto che significherebbe cercare di fare profitti sulle sventure dell’azienda.

In realtà, questo modus operandi provoca la perdita di molte occasioni di investimento e di operazioni speculative a breve termine, limitando il processo di crescita e di sviluppo del conto trading.

Chi opera sui mercati finanziari invece dovrebbe avere una mente il più elastica possibile, dissociando i giudizi e i valori personali dal lavoro che sta facendo. Nel trading l’evidenza e la fredda valutazione oggettiva delle cose valgono più delle emozioni.

Di Vincenzo Augello