La Defi, i token e le altcoin superiori a Bitcoin

Lettura 3 minuti


In stesura Bitcoin è scambiato nella fascia alta dei 36 mila dollari e nonostante una correzione di oltre 4.000 ($) è l’asset di riferimento della finanza virtuale. La regina delle criptovalute però è incalzata da monete c.d. minori, soprattutto da quelle che muovono il settore decentralizzante e la Defi.

La Defi corre davanti a Bitcoin

Bitcoin ha fatto circa il 300 per cento nell’ultimo anno. È la più grande e popolare criptovaluta per capitalizzazione di mercato, e finora ha monopolizzato la gran parte dell’attenzione con i suoi spettacolari pump, ma tutta questa popolarità è davvero giustificata ? Anche se la cripto è in forma smagliante, ha il fiato sul collo di un plotone di altcoin.

La Defi è nata come infrastruttura per introdurre BTC e Altcoin da utilizzare al posto degli strumenti finanziari tradizionali. Così prestiti, assicurazioni, depositi e voci simili possono e potranno essere garantiti da BTC o da altri asset digitali. Negli ultimi due anni il settore ha riscosso una grande notorietà ed è cresciuto come nessun altro business nel pianeta cripto. All’inizio del 2020 la Defi era valutata poco meno di un miliardo di dollari, oggi il comparto vale 23 miliardi di dollari.

Seamus Donoghue, vice presidente della startup svizzera Metaco, ha spiegato in una recente dichiarazione che i continui programmi di stimolo governativi volti ad assistere la crisi economica da Coronavirus e l’enorme afflusso di trader retail nel mondo cripto sono le ragioni principali per cui la Defi si è sviluppata a livelli senza precedenti.

Commenta che molti di questi operatori vedono gli strumenti finanziari classici obsoleti e incapaci di supportare le persone su vasta scala, e quindi le potenzialità della Defi di ridefinire la finanza monetaria diventano ogni giorno più attraenti.

Polkadot ,ad esempio, è un’opzione particolarmente valida e dice:

Mentre le politiche espansive avanzano, il contesto macro rimarrà positivo per gli asset a più alto rischio come Bitcoin, e come pure la tendenza dimostra, anche gli investitori privati stanno iniziando ad aumentare le posizioni cripto. Ciò significa che altcoin come Ethereum, Cardano, Polkadot e i token Defi inizieranno probabilmente a sovraperformare. Il tetto del mercato cripto che tocca i 1.000 miliardi di dollari vedrà i nuovi investitori istituzionali iniziare a considerare la FOMO e la paura di perdersi un’occasione, che a sua volta consentirà a fondi hedge e pensionistici che rendono meno, di indagare sulle opportunità di investimento date da queste asset class emergenti

Nel complesso, prodotti come Ethereum sono cresciuti di circa il 600 per cento negli ultimi 12 mesi, quasi il doppio rispetto al primato di Bitcoin mentre, all’inizio della scorsa settimana, Polkadot è salito fino a diventare la quarta valuta del mercato, battendo asset come XRP di Ripple e Litecoin. Nello specifico, da agosto, Polkadot, protocollo open source di sharding multi-chain, ha registrato una rivalutazione del 500 percento del suo prezzo.

Di Vincenzo Augello