Le opzioni, lo strumento necessario al forex-trader per operare

Lettura: 2 minuti

I derivati finanziari sono trattati dall’informazione pubblica e dai mainstream media alla stregua di armi di distruzione di massa. In realtà essi nascono per finalità diverse e soltanto un uso distorto li trasforma in strumenti pericolosi per il sistema economico.

Indubbiamente un uso corretto delle opzioni non può che portare grande beneficio ai conti degli investitori ed il loro utilizzo è insostituibile anche per i trader privati che operino sul mercato delle valute.

Fare speculazione sul forex senza conoscere questa categoria di titoli, nella stragrande percentuale dei casi causa perdite sui conti trading. I titoli derivati asimmetrici come le opzioni consentono l’ottimizzazione del rapporto rischio – rendimento, permettendo alle grandi istituzioni finanziarie e alle più importanti Banche d’Affari la protezione del portafoglio dei clienti.

Ecco perché leggere l’allocazione dei volumi e dell’open interest sulle quotazioni di un rapporto di cambio ne condiziona il prezzo. Di conseguenza, nonostante i cigni neri appaiano sempre più frequentemente negli stagni della finanza moderna, la comprensione delle strategie in opzioni può contenere l’esposizione al rischio dei traders retails.  

Peraltro, proprio lo sviluppo delle nuove tecnologie legate all’informatica ne ha favorito l’evoluzione e il ruolo preponderante su tutti i mercati, oltre all’impressionante crescita di società di intermediazione e broker. I derivati, in breve, lasciano intendere che ci sono individui in grado di “dirigere” il prezzo, una grave inefficienza certo, ma la cui consapevolezza può tramutare il trading in un grande business.

Di Vincenzo Augello