Le variabili che determinano il prezzo di Bitcoin

Lettura: 4 minuti

Il prezzo del bitcoin in dollari statunitensi è determinato dal mercato, ovvero dal meccanismo della domanda e dell’offerta. Secondo la figura proposta la curva di offerta di bitcoin è rappresentata da una retta verticale; l’offerta dunque è inelastica cioè insensibile alle variazioni della domanda a dimostrazione del fatto che le unità di bitcoin in circolazione aumentano nel corso dal tempo ma a prescindere dalle dinamiche che spostano la domanda.

P = prezzo Q = quantità S = offerta D = domanda
Fonte: “Bits and Bets – Information, Price
Volatility, and Demand for Bitcoin”, Buchholz et al., 2012).

La domanda è invece rappresentata da una retta orizzontale, e quindi perfettamente elastica, perché l’aumento dell’offerta nel tempo è sempre nota (saranno 21.000.000 le unità in circolazione) ed incorporata nelle aspettative degli utenti. Ne consegue che le variazioni di prezzo del bitcoin siano esclusivamente originate dalle variazioni della domanda della criptovaluta.

Tanti tra noi desiderano possedere dei bitcoin perché vi riconoscono un’aspettativa. Ogni individuo può riconoscervi diversi valori e di conseguenza avere diversi motivi per detenere delle unità di valuta. I valori più importanti sono:

Valori tecnologici

Derivanti dall’innovazione apportata da Bitcoin che si annuncia come un sistema senza precedenti; questa è stata la motivazione che ha portato i primi utenti a entrare nel pianeta bitcoin quando ancora il suo prezzo era praticamente zero.

Valori sociali

Derivanti dalle caratteristiche di decentralizzazione dell’ecosistema Bitcoin e quindi di indipendenza dalle banche e dai governi e di maggiore garanzia della privacy rispetto ai sistemi di pagamento tradizionali. La diffusione dei Bitcoin tra gli individui e la loro popolarità ne aggiorna anche l’utilità del possedere dei bitcoin poiché crescono le probabilità di un loro reale impiego di massa.

Valori funzionali

Derivanti dall’utilità e dall’efficacia di Bitcoin come sistema per i pagamenti, per la sua velocità, praticità e per tutti i vantaggi che possono giungere dall’utilizzo della criptovaluta, come ad esempio i bassi costi di transazione o la possibilità di effettuare pagamenti in ogni parte del mondo comodamente da casa.

Le principali variabili che conducono alle variazioni della domanda di bitcoin e quindi del suo prezzo sono le seguenti.

L’interesse:  la diffusione dell’informazione in merito a bitcoin e al mondo delle criptovalute condiziona positivamente il prezzo; l’aumento dell’interesse e l’aumento del prezzo sono perlopiù correlati diretti.

Le notizie: le notizie negative causano incertezza e, in un sistema non controllato da autorità centrali, i loro effetti pesano maggiormente. News negative sono state i frequenti furti delle chiavi private dai server delle piattaforme di exchange, dove la diminuzione del prezzo in relazione a tali eventi è frutto della perdita di fiducia. Al contrario le notizie positive possono creare effetti di rivalutazione del prezzo nel lungo periodo, aumentando la diffusione della valuta e quindi della domanda: così la decisione di un’importante azienda di accettare la criptovaluta può far aumentare il valore di mercato.

L’utilizzo dei bitcoin per le transazioni reali: riguardano l’entità della diffusione di Bitcoin determinata dal suo reale impiego nelle transazioni. Poiché è proprio Bitcoin stesso a proporsi come sistema per i pagamenti alternativo, per analizzare il livello del suo utilizzo non ci si può limitare al volume delle transazioni giornaliere che vengono registrate nella blockchain, perché questo dato comprende sia gli scambi “reali”, ovvero derivanti da operazioni di acquisto e vendita di beni o servizi, sia la movimentazione di bitcoin tra un indirizzo e l’altro appartenenti ad uno stesso utente. Dal volume totale delle transazioni invece si ottiene l’aumento dell’utilizzo dei bitcoin per le transazioni reali che conducono ad un aumento del loro prezzo nel lungo periodo.

L’utilizzo dei bitcoin per scopi speculativi: l’utilizzo di Bitcoin come investimento anziché come sistema per i pagamenti determina anch’esso effetti sul prezzo.  La presenza di traders è spesso benefica perché si assumono il rischio di detenere delle unità di bitcoin al posto di altri intimoriti dalla loro volatilità. Tuttavia questo atteggiamento nel breve periodo potrebbe essere causa di maggiore instabilità. (Di Vincenzo Augello)