Mark Cuban: il futuro è nelle mani di Ethereum

Lettura 3 minuti


Non è passato troppo tempo da quando l’investitore miliardario, proprietario della squadra di basket Dallas Mavericks, Mark Cuban, ha dichiarato di possedere un bel po’ di bitcoin, ma che il suo wallet conteneva più che altro Ethereum.

Cuban considera ETH molto più moneta rispetto a Bitcoin, ma ora aggiunge di essere convinto che il futuro dei servizi e delle funzioni legate alla crittografia si baseranno sugli sviluppi della blockchain di Ethereum.

Ethereum supererà Bitcoin

In una recente intervista, Mark ha detto di essere sorpreso da Ethereum, soprattutto perchè vanta potenzialità enormi edificate sugli smart contract, che pongono le fondamenta della finanza decentralizzata (DeFi). Nel corso degli ultimi anni, Ethereum ha guadagnato la reputazione di go-to network per tutti coloro che cercano di produrre nuove monete e inizializzare dAPP, pagando in termini di popolarità.

Per questo, in parecchi hanno guardato a Ethereum per sviluppare progetti, tanto che la sua blockchain annaspava, impantanata nel traffico dati, penalizzata dalla lentezza e dalle tariffe di gas. Alla fine, Vitalik Buterin, co-creatore della seconda criptovaluta più importante al mondo, mestamente ha ammesso che Ethereum non era più scalabile, o almeno non lo è più come lo era una volta.

Ma il collo di bottiglia sta per essere stappato dopo il rilascio di Ethereum 2.0, progettata per risolvere alcuni dei problemi che hanno pesantemente gravato su ETH. Ufficialmente superata la fase beta lo scorso dicembre, Ethereum 2.0 ha attirato l’attenzione di quasi tutto il Pianeta Cripto, compreso Cuban, che è convinto che la nuova versione manderà in soffitta Bitcoin.

Dice Mark Cuban:

Penso che le applicazioni che sfruttano gli smart contract e le estensioni su Ethereum faranno scomparire Bitcoin. BTC, in questo momento, si è evoluto per essere principalmente riserva di valore ed è piuttosto difficile usarlo per qualsiasi altra cosa. C’è da lavorare molto di più su Bitcoin che su Ethereum

Molti degli update su ETH non saranno a regime se non alla fine del prossimo anno, il che poi indurrà altri a valutare anche ETH come riserva di valore e Cuban pensa che ci si rivolgerà a Ethereum piuttosto che a BTC in un futuro prossimo. In effetti, è molto probabile che quando ETH 2.0 sarà completamente linkata, il settore delle cripto si troverà di fronte a grandi cambiamenti.

Il Proof of Stake apre a nuove prospettive

Commenta Cuban:

Con il proof of stake sarete in grado di avere un multiplo, un multiplo significativamente più alto, nelle transazioni al secondo che migliorerà l’utilizzo e le opportunità di creare su Ethereum. In pochi anni, penso che Ethereum e forse due o tre altre blockchain avranno la loro collocazione

Di Vincenzo Augello