Per Mark Cuban con Bitcoin ci guadagni nel lungo periodo

Lettura 3 minuti


Mark Cuban è più o meno la versione a stelle e strisce del nostro non dimenticato Silvio Berlusconi; miliardario, nonché presidente del Dallas Mavericks, squadra NBA di Basket, a capo della rete televisiva generalista in alta definizione HDNet.

Ora, il recente sell off su Bitcoin ha spinto analisti ed esperti del settore ad una miriade di commenti sul futuro dei prezzi della criptovaluta più capitalizzata e, non troppo sorprendentemente, uno di questi arriva anche da Mark Cuban ed è tutto sommato abbastanza positivo.

Mark Cuban: BTC uscirà dalle vendite

In effetti sorprende un pò vedere Mark Cuban dire qualcosa di buono su Bitcoin, considerando che negli ultimi anni è stato piuttosto negativo sulla valuta virtuale. Recentemente ha paragonato Bitcoin ad una sorta di nuova religione, sostenendo che non avrebbe risolto i problemi dei trader e dei risparmiatori a fronte di scenari a dir poco “apocalittici”. Ha inoltre affermato che chi pensava che Bitcoin rappresentasse una riserva di valore alternativa o uno strumento di copertura si stava semplicemente illudendo.

Tuttavia, in una recente intervista, Cuban afferma che nonostante ritenga Bitcoin l’equivalente della bolla delle dot-com degli anni ’90, è fiducioso che il più grande e popolare asset crittografico al mondo sopravviverà nel lungo termine e commenta:

Se guardo al business della crittografia è esattamente come la bolla delle azioni internet. Come durante la bolla delle dot-com gli esperti cercano di giustificare qualsiasi prezzo del giorno… Penso che Bitcoin, Ether e pochi altri faranno come le aziende spuntate fuori durante l’era delle dot-com sopravvissute allo scoppio della bolla, prosperando..

In altre parole, mentre la gran parte del comparto cripto sta soffrendo in questa nuova fase bearish, alcune monete come Bitcoin ed Ethereum è probabile che alla fine ne escano indenni e con ritrovata energia, secondo l’imprenditore USA.

Il mercato criptovalutario ha perso quasi 200 miliardi di dollari nelle ultime 96 ore. Bitcoin stesso è sceso da oltre 41 mila dollari a circa 34.800 ($) in stesura, il che è una perdita di circa 7.000 dollari negli ultimi 4 giorni.

Però mentre Cuban è fiducioso sul fatto che l’euforia verso Bitcoin seguiterà, allo stesso tempo non lo raccomanda ai suoi follower come per logica ci si aspetterebbe. Infatti ha investito in aziende che si occupano di fintech e crittografia e che offrono servizi su e-currency , ma non ha, e probabilmente non lo farà, investito un dollaro sui mercati perché pensa che sia un azzardo troppo grande.

Dice:

Se sei un vero avventuriero allora fatti un’Ave Maria, perché potresti prendere il dieci per cento dei tuoi risparmi e metterlo su Bitcoin o Ethereum, ma se lo fai e come se avessi già perso i tuoi soldi

Carenza contro la domanda: questo è tutto !

Ha poi proseguito dicendo che, pur avendo delle somiglianze con l’oro, BTC è guidato esclusivamente dalla domanda e dall’offerta, e questo, per la sua mente, non è un argomento sufficiente che giustifichi la presunta funzione di strumento di copertura. Spiega:

Tutti le storie sull’inflazione del fiat, ecc.. rappresentano soltanto piccole aree di vendita. La vendita vera sta laddove è più grande la scarsità rispetto alla domanda. Questo è tutto !

Di Vincenzo Augello