Perché tentennare insieme al mercato ?

Lettura 2 minuti

Quante volte ci è capitato (e ci capiterà) di trovarci a chiacchierare con amici o familiari e ognuno si lamenta di qualcosa ? C’è chi punta il dito sul prezzo della benzina, chi parla delle difficoltà del suo negozio di fronte alla concorrenza e alle tasse, tanto che la conversazione alla fine precipita in un vortice che a poco a poco strega anche noi. Fa parte della natura umana, delle volte assumiamo il comportamento di chi ci sta accanto, ridiamo se gli altri ridono, indipendentemente dal fatto che qualcosa faccia veramente ridere, siamo giù di corda quando gli altri lo sono, nonostante per noi tutto sommato le cose vadano per il verso giusto.

Sui mercati finanziari e delle valute succede qualcosa di simile: quando c’è ottimismo il cambio Euro/Dollaro tende a salire, indipendentemente dai fondamentali e dagli aggiornamenti macroeconomici che vengono pubblicati, quando invece prevale il pessimismo il Dollaro americano ne guadagna. Come i titoli, le valute seguono il branco, là dove il branco è il mercato più ampio. Non è cosa da poco prenderne atto, a prescindere dalla ragione per cui tutto questo accada. Ora, in quanto tecnici della finanza delle valute dovremo essere noi coloro i quali ridono per primo, oppure essere in grado di capire quando tutti stanno per sentirsi giù di tono, anche se intuire per primi e in anticipo swing di medio periodo e oscillazioni del prezzo è la parte più difficile del trading.

Financo operatori molto intelligenti e preparati non riescono ad avere buoni risultati in finanza perché non sono capaci di farlo, o più semplicemente perché ne sottostimano l’importanza, il che vale soprattutto per i trader di vecchia scuola, che si perdono tra le medie mobili, lo stocastico e i livelli di ipervenduto e ipercomprato segnati dagli oscillatori, prestando poca attenzione alla volatilità implicita indotta dai derivati valutari. Se davvero si vuole guadagnare dal trading, a mio parere, è molto utile cercare di imparare a determinare i tempi delle variazioni del prezzo, al rialzo o al ribasso, che l’ampio mercato subisce dalla grande speculazione mossa dalle Banche d’Affari e dalle istituzioni finanziarie, attraverso l’open interest depositato sulle quotazioni di un cambio. Nel momento in cui si riesce a fare questo tipo di lavoro sarà più difficile dover sopportare delle perdite dall’attività di trader.   

Di Vincenzo Augello