Poco più di un mese all’ halving di Bitcoin, ci sarà una nuova Bull Run ?

Lettura 2 minuti

Precisamente mancano 43 giorni al dimezzamento delle ricompense dei miners e quello che tanti analisti ed operatori si chiedono è se subito dopo ci sarà un nuovo rally del prezzo della regina delle criptovalute. Di fatto, mentre Bitcoin (BTC), in fase di scrittura di quest’articolo, rimane in trading range poco al di sotto dei massimi di ieri a 6.524($), mancano appena 43 giorni all’halving.

Avremo una nuova carica dei tori ?

Volendo essere ottimisti, dopo aver subito il peggior crash degli ultimi 7 anni, Bitcoin potrebbe presto restituire agli investitori quanto perso e preparare una nuova bull run dopo l’halving. D’altra parte il dimezzamento è nell’etica progettuale di Bitcoin, una valuta digitale deflazionistica, dove lo halving periodico lo rende una risorsa tendenzialmente limitata, di crescente utilità marginale e dunque sempre più attraente per i cassettisti. Di conseguenza, in base alla legge della domanda e dell’offerta, se la richiesta di Bitcoin dovesse aumentare, la criptovaluta potrebbe essere utilizzata come strumento di copertura contro l’aumento dei prezzi al consumo e nelle strategie di trading a più alta esposizione di rischio.

Peraltro, le valute fiat più importanti, come l’Euro e il Dollaro USA, sono ora preda di altissima volatilità e sono entrambi suscettibili di forti svalutazioni, nel momento in cui la FED e la BCE immettono nel sistema economico tradizionale una quantità monstre di moneta per cercare di contrastare i pericoli da Coronavirus a cui è esposta l’economia reale dell’intero Pianeta.

Intanto, sul mercato delle criptovalute, Bitcoin (BTC) oggi viene scambiato a 6.297($), in base ai dati forniti in tempo reale [11.56 (UTC + 2)] da CoinBase e la tenuta della struttura grafica a 5.800($) dovrebbe consentire la continuazione dell’attuale ciclo di riaccumulo.   

Di Vincenzo Augello