Raggiunto l’accordo di marketing tra Brave e l’enciclopedia decentralizzata Everipedia

Lettura 3 minuti

Brave software ha stipulato un accordo di co-marketing con Everipedia, l’enciclopedia online basata su blockchain. La partnership espande la collaborazione tra le due aziende iniziata quando Everipedia è diventata un editore verificato Brave lo scorso agosto. L’ultimo accordo si concentrerà in principio su una campagna volta a rafforzare entrambi i marchi. Brave ed Everipedia lavoreranno per integrare le rispettive piattaforme nelle rispettive comunità. La collaborazione vedrà Everipedia promuovere articoli su contenuti correlati a Brave, mentre Brave presenterà le informazioni di Everipedia agli utenti che optano per i Brave Ads che rispettano la privacy. Everipedia inoltre sarà presente all’interno della Comunità BAT con apparizioni all’interno dello staff dell’azienda informatica guidata da Brendan Eich.

Everipedia utilizza la moneta virtuale IQ Token che premia i collaboratori che scrivono, modificano o valutano gli articoli votando. L’enciclopedia digitale di fatto ha come target quello di fornire un’unica fonte di informazioni gratuite, obiettive ed imparziali che possono essere integrate in qualsiasi altro mass media del mondo. Sia Everipedia che Brave utilizzano la tecnologia blockchain che tutela la privacy degli utenti. Insieme, la loro partnership consentirà di contribuire sulla qualità e sui livelli del sapere online, formando le persone all’adozione dei tokens di criptovaluta.

Questa partnership mette in luce l’importanza di prodotti innovativi che premiano l’attenzione e la partecipazione degli utenti“, ha detto Brendan Eich, CEO e co-fondatore di Brave browser. “Brave offre privacy e un portafoglio integrato che ricompensa gli utenti della Rete supportando i creatori di contenuti. Lavorando con Everipedia, stiamo usando le potenzialità della blockchain per mettere gli utenti al riparo da ingerenze indebite”.

Everipedia è un progetto nato nel dicembre 2014 dalla mente di Sam Kazemian e Theodor Forselius con l’obiettivo di creare un’alternativa più libera rispetto a Wikipedia. Larry Sanger, fondatore di Everipedia si è occupato del passaggio da un’infrastruttura client-server a un’infrastruttura basata sulla blockchain, operazione eseguita nel dicembre del 2017 quando l’azienda californiana ha annunciato il passaggio all’archiviazione delle informazioni utilizzando la blockchain di EOS. L’enciclopedia decentralizzata è sotto il controllo diretto degli autori e, contando sulla struttura peer-to-peer e distribuita della catena a blocchi, è sempre e comunque consultabile: ciò impedisce a organizzazioni statali di ogni tipo di censurare i contenuti della piattaforma, garantendo al contempo un accesso più libero e più democratico alla conoscenza. (Di Vincenzo Augello).

Prova il browser Brave in modo da sostenere il progetto di diffusione di Brave Software Inc.,oppure visita la mia pagina facebook “Brave il migliore browser al mondo” se vuoi sapere di cosa si tratta e scaricarlo dal pulsante USA l’APP. Vedrai che è interessante ed in grado di restituire guadagni mediante la visualizzazione degli annunci pubblicitari.

Download Brave browser