“Satoshi” entra nell’ Oxford English Dictionary

Lettura 2 minuti

Il monumentale dizionario della lingua inglese antica e moderna pubblicato dalla casa editrice Oxford University Press da qualche giorno include nelle sue pagine il termine “Satoshi”. Usato per la prima volta meno di sette anni fa, satoshi è la parola più recente aggiunta al dizionario britannico. L’aggiunta è stata fatta come parte di un aggiornamento trimestrale del celebre database londinese. Secondo l’ormai ufficiale definizione dell’ OED, un satoshi è “la più piccola unità monetaria nel sistema di pagamento digitale bitcoin, pari al centesimo di milionesimo di un bitcoin,” oppure 0.000000000001 BTC.

I lessicografi OED hanno adottato da sempre un approccio descrittivo al linguaggio, il che significa che il dizionario analizza come le parole nascano, crescano o diminuiscano di popolarità cambiando di significato nel tempo. D’altro canto il fine principale dell’OED  è quello di monitorare e registrare i vocaboli emergenti in modo da poter mettere nuovi termini a disposizione degli utenti non appena cominciano ad imporsi nell’uso comune. Insomma i bitcoiners hanno di che essere soddisfatti.

I riferimenti e i link sul termine “Satoshi” citati dal vocabolario sono collegati al Ripple Project, ad un newsgroup usenet del 2012, (una rete americana di server interconnessi), al Guardian nel 2013 e al Times nel 2017.

La parola, come in molti oggi sanno, deriva dal nome proprio, Satoshi Nakamoto, il probabile pseudonimo del creatore o dei creatori di Bitcoin. Gli studi storici sulla derivazione semantica di Satoshi da Nakamoto secondo il dizionario inglese risalirebbero al 1975, grazie ad una delle pochissime tracce lasciate dal misterioso fondatore quando gli è stato chiesto in una chat di un sito web chiarimenti sul progetto Bitcoin. (Di Vincenzo Augello).

Prova il browser Brave in modo da sostenere il progetto di diffusione di Brave Software Inc.,oppure visita la mia pagina facebook “Brave il migliore browser al mondo” se vuoi sapere di cosa si tratta e scaricarlo dal pulsante USA l’APP. Vedrai che è interessante ed in grado di restituire guadagni mediante la visualizzazione degli annunci pubblicitari.

Download Brave browser