Sebastian Siemiatkowski: Bitcoin punirà i cripto investitori impreparati

Lettura 3 minuti


Sebastian Siemiatkowski , CEO e co-fondatore della società fintech svedese Klarna, avverte sul rischio che corrono i cripto investitori quando non hanno buone competenze.

Sebastian Siemiatkowski: la conoscenza è la chiave

Investire può essere divertente e proficuo, però può anche portare a perdite ingenti se non si sa cosa si sta facendo, situazione all’ordine del giorno con Bitcoin e le altre criptovalute. Sul finire del 2017 BTC saliva a piedi pari e una frotta di gente si è buttata a capofitto nell’affare rapita dalla FOMO, per poi ritrovarsi nel buio di un bearish market che ha fatto la storia; l’anno successivo, infatti, Bitcoin è sceso sui minimi storici dopo aver bruciato il 70% del suo valore.

In tantissimi c’hanno provato, perché volevano approfittare del prezzo che aumentava, ma la fretta e i tempi stringenti hanno tradito chi non è riuscito a capire cosa stava comprando, ignorando la volatilità che la valuta era in grado di scatenare.

Siemiatkowski avverte che la mancanza di formazione finisce per penalizzare le opportunità di profitto concesse dalla conoscenza, ed afferma in una recente intervista:

C’è molta aspettativa sulle criptovalute ma, allo stesso tempo, sono profondamente preoccupato che il grande rischio è come quando il mio tassista mi chiede se deve investire in Bitcoin. Quello è il momento in cui divento nervoso per il fatto che molte persone arriveranno tardi alla festa e perderanno un sacco di soldi

Una delle cose di cui Siemiatkowski è preoccupato è che privati e aziende seguitano a sponsorizzare BTC e le altcoin senza riserve sui social media. Spiega che: “…..poiché in molti leggono questi post, in tanti si faranno male“. E’ convinto della necessità di un intervento dei regolatori, che dovrebbero vigilare sulle piattaforme promozionali, Twitter e gli altri network, per proteggere di più dal pericolo di prendere decisioni finanziarie avventate e che talvolta degenerano in vere e proprie truffe.

Così aggiunge:

Per quanto io sia entusiasta della tecnologia, sono sempre preoccupato di parlarne perché c’è un grande rischio e un’attività tanto volatile in questo momento. Sapete una cosa, avendo detto quello che ho appena detto, vi garantisco che non meno di 500 persone su Twitter mi daranno la caccia solo per aver osato esprimere scetticismo

Fondata nel 2005, Klarna è una società fintech con sede fisica a Stoccolma che fornisce servizi finanziari online da circa 16 anni, attualmente è valutata più di 30 miliardi di dollari.

Di Vincenzo Augello