Secondo il più potente market maker USA, Bitcoin non ha futuro

Lettura 3 minuti


Per Ken Griffin, noto hedge fund americano, Bitcoin sarà presto un fenomeno del passato. Secondo il popolare trader infatti la criptovaluta numero uno al mondo si troverà surclassata dal suo principale antagonista Ethereum, che a sua volta verrà sostituito da una nuova generazione di valute virtuali.

L’investitore è quindi convinto che assisteremo ad un avvicendamento, in cui molti degli asset crittografici ora in circolazione saranno rimpiazzati da monete del futuro.

Ken Griffin pensa che ETH supererà BTC

In un’intervista, Griffin ha detto:

Le criptovalute di prima generazione, Bitcoin per esempio, sono incredibilmente costose per gestire i pagamenti. Bitcoin inoltre contribuisce enormemente al riscaldamento globale. E’ la più grande di qualsiasi forma di pagamento che usiamo in tutto il mondo aggregato. Visa e Mastercard saranno sostituite da una soluzione criptata che avrà un costo inferiore per fare pagamenti tra imprese e consumatori. Assolutamente, non lo compro per un sacco di ragioni.

Griffin è gestore di fondi hedge a Chicago, fondatore, amministratore delegato e proprietario dell’85% di Citadel LLC, multinazionale d’affari e più importante market maker degli Stati Uniti. Attualmente, la società gestisce e amministra oltre 40 miliardi di dollari, e chi ne è alla guida ha dichiarato che uno dei problemi dell’industria delle criptovalute sono le frodi informatiche e i furti, a tal punto da penalizzarne la credibilità, per cui il denaro digitale non avrebbe la medesima affidabilità del fiat come metodo di pagamento.

Griffin dice:

Penso che vedremo Bitcoin concettualmente sostituito da Ethereum. Il treno è ancora in stazione

Con ETH, l’allusione è a monete come Solana, pensate intorno la rete Ethereum che secondo lui un giorno diventerà la criptovaluta principale, anche se poi sarà sopravanzata da tutto quanto orbita attorno la sua stessa blockchain.

Nonostante tutto, Griffin ha confessato di non aver comprato Bitcoin quando ne ha avuto la possibilità, e che rimpiange di non essersi mosso per tempo:

C’era uno stagista di 21 anni che ha cercato di spiegarmi la grande occasione che stavo perdendo con Bitcoin. Vorrei aver comprato i bitcoin che mi aveva raccomandato, ma non l’ho fatto. Abbiamo parlato del potere della blockchain, ma non vediamo ancora molti casi d’uso commerciali solidi su blockchain, che è una tecnologia davvero interessante e un modo potente per mantenere un registro decentralizzato in tutto il mondo, ma per la maggior parte dei problemi, non è davvero la soluzione di cui abbiamo bisogno

Ci sarà un dollaro digitale ?

Griffin ha anche fatto un commento sulle cripto emesse dalle banche:

Penso che stiamo ancora tutti cercando di capire se vogliamo colpire il mondo della finanza decentralizzata e se vogliamo un sistema di pagamento che sia a basso costo ed efficace. Sarà risolto dalla comunità cripto, o sarà risolto da un dollaro digitale? I cinesi sono tutti impegnati nello yuan digitale. Penso che ciò sia ancora l’inizio

Di Vincenzo Augello


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.