Sette Regole per un Buon Trader Valutario

Lettura: 2 minuti

Per regole intendo pochi principi che dovrebbero essere sempre presenti in un trader.

a) In ogni operazione è essenziale valutare il rapporto rischio/rendimento. E’ quindi necessario fissare subito uno stop loss a protezione della posizione nel caso in cui il mercato ci venga contro.

b) Un operatore dei mercati finanziari consapevole non si fa influenzare da nessuno, neanche da chi ha un adeguato grado di competenza. Le scelte di natura finanziaria devono rimanere personali e sostenute da una valida preparazione tecnica.

c) I grafici dicono molto. Per ottenere risultati stabili o grossomodo costanti è importante saper decodificare le oscillazioni di una valuta e mettere in chiaro la tendenza dominante.

d) La disciplina è fondamentale. Non si deve aprire una posizione fino a quando non si è veramente convinti di quello che si sta facendo. Ogni market timing dovrà essere confermato dalla rottura di una trendline, da un pattern di inversione formato dalle candele o da un close giornaliero al di sopra o al di sotto di un precedente livello di supporto o di resistenza primario.

e) Nel trading è utile trovarsi al posto giusto nel momento giusto, per cui bisogna tendere a migliorare costantemente la tempistica di entrata della posizione, in base ad una conoscenza sempre più approfondita delle configurazioni grafiche, e su questo fondare una metodologia di money management efficace.

f) Non si deve puntare ad indovinare la direzione futura di un cambio. In breve, bisogna agire in funzione di ciò che si conosce e non in base a quello che si spera possa accadere.

g) Essendo il trading un lavoro competitivo, c’è bisogno di allenamento alla pari di un’attività agonistica. Nello sport infatti non possiamo correre una maratona se non siamo in grado di salire le scale. Non si può pretendere allora che un’occupazione professionale quale è il trading sui mercati finanziari sia profittevole fin dalle prime operazioni. Serve conoscere bene l’analisi tecnica classica e soprattutto le inefficienze prodotte dai derivati, applicando sul computer quello che si è imparato.

In conclusione possiamo stabilire 7 regole fondamentali per un buon trader valutario:

1) Conoscenza dell’Analisi Tecnica, Fondamentale e del Mercato dei Derivati

2) Disciplina e Perseveranza

4) Studio e aggiornamento continuo

5) Esperienza

6) Mentalità positiva

7) Attività fisica

(Di Vincenzo Augello).