Singapore pronta a regolamentare tutte le cripto

Lettura 3 minuti


La Monetary Authority of Singapore (MAS) ha rilasciato nuove linee guida sull’uso delle valute crittografiche ed ha annunciato che tutte le società che effettuano transazioni o offrono servizi di cripto-trading e custodia dovranno essere in possesso della licenza Payment Services Act.

La delibera è stata approvata qualche giorno fa, l’idea è quella di porre un freno alle attività cripto-criminali di tipo finanziario connesse all’ illegalità informatica, incluso il riciclaggio di denaro sporco.

Il ministro dei Trasporti Ong Ye Kung ha spiegato durante la lettura del disegno di legge in Parlamento:

Ciò contribuirà a minimizzare il rischio che i fornitori di servizi DPT vengano sfruttati da cyber-criminali per riciclare proventi o nascondere asset illeciti

Ha inoltre espresso una certa preoccupazione per l’uso delle criptovalute nei pagamenti transfrontalieri, affermando che aumentano il rischio di finanziamento del terrorismo e di altri pagamenti fuorilegge.

Nelle sue corde il MAS ha il compito di supervisionare le transazioni in moneta criptata. Tuttavia, il nuovo disegno normativo estende i poteri in origine affidati all’organo di controllo, attribuendogli  il diritto di monitorare tutte le attività in criptovaluta all’interno della regione asiatica e di implementare tutti i suoi emendamenti a tutte le aziende e le imprese che hanno un ruolo nel commercio e nell’intermediazione delle valute virtuali.

La determinazione farà in modo che le società che forniscono servizi basati sulla crittografia saranno soggette alle regole e ai regolamenti del MAS.

Ong Ye Kung ha dichiarato inoltre:

Il disegno di legge amplierà la definizione di servizio di trasferimento di denaro transfrontaliero per includere la facilitazione dei trasferimenti di denaro tra persone in diverse giurisdizioni, dove il denaro non è accettato o ricevuto dal fornitore del servizio a Singapore. In questo modo, tali fornitori di servizi rientreranno nell’ambito normativo di MAS anche se il denaro non transita da Singapore

In più, chi opera sulle cripto sarà tenuto ad attuare nuove misure per garantire la protezione dell’identità e dei fondi dei clienti. Ciò comprende l’adozione di protocolli di sicurezza mediante KYC, l’assicurazione per gli scambi digitali e per le aziende che offrono servizi correlati.

Più attenzione per un mondo in piena espansione

Ciò nonostante, Ong ha anche affermato di non essere così preoccupato per i pericoli o i rischi associati al pianeta cripto, dato che l’attività in questo settore è relativamente limitata rispetto a quella dei mercati finanziari standard di Singapore; però, pur riconoscendo che il mercato degli asset virtuali è in crescita richiama verso una maggiore attenzione commentando:

Abbiamo visto il recente sviluppo di nuove forme organizzative DPT che comprendono valute ancorate ad asset stabili per guadagnare la fiducia degli utenti. È quindi importante che MAS sia in grado di rispondere agli sviluppi del mercato e di affrontare i nuovi rischi in modo tempestivo. Ciò potrebbe includere, ad esempio, l’obbligo per un fornitore di servizi DPT di separare il patrimonio dei clienti dal proprio patrimonio

Di Vincenzo Augello