Soldi e figure grafiche nel forex: il rettangolo

Lettura 2 minuti

Personalmente sono convinto che non esiste analisi tecnica che possa predire il prezzo. L’individuazione delle formazioni grafiche è un’ottima attività per ricostruire il passato, ma non permette di guadagnare soldi dal mercato. A sostenerlo sono soprattutto professionisti che operano sul mercato del forex da diverso tempo, per conto di solide Banche d’Affari, che dopo conversazioni fatte in modo del tutto informale raccontano di come la loro strategia sui cambi e sui prezzi delle azioni prendano in considerazione i livelli di flesso soltanto per la gestione del rischio.

Una resistenza pertanto non si forma perché il prezzo reagisce psicologicamente ad una data quotazione precedente. Se infatti non vi fosse partecipazione di denaro il prezzo non andrebbe proprio da nessuna parte. Un livello risulta di supporto se i soldi si trasferiscono sul mercato e le manovre che avvengono in corrispondenza di un supporto non ci dicono se quello sarà un supporto valido o un supporto rotto.

Il rettangolo, in particolare, costituisce un momento di consolidamento dove le quotazioni si muovono all’interno di un canale laterale con i volumi che segnano una contrazione evidente.

E’ un pattern piuttosto frequente sui mercati attuali, caratterizzati da trend nascosti e fasi esplosive (verso l’alto o verso il basso) delle quotazioni. Questa formazione grafica indica che il mercato sta prendendo una pausa, abbandona la tendenza antecedente e innesca un ciclo di riaccumulo. La sospensione di valori più alti di volatilità, in genere, viene provocata da fisiologiche prese di profitto che non alterano la consistenza delle forze in campo, per cui la statistica considera il rettangolo una figura di continuazione del trend.

La tendenza sospesa viene ibernata, i volumi di scambio si riducono, a dimostrare che le quotazioni restano sotto il controllo dei compratori o dei venditori.

OPERATIVITA’ SUL RETTANGOLO

Se il mercato viene da un trend rialzista, il segnale d’acquisto sarà fornito dal breakout della trendline che unisce i massimi che si sono sviluppati all’interno della figura.

Se il mercato viene da un trend ribassista il segnale di vendita è rappresentato dal cedimento del segmento di supporto che unisce i minimi che si sono generati all’interno della figura.

Di Vincenzo Augello