Strategie operative in confluenza : Bande di Bollinger + Stocastico

Lettura 2 minuti

Dopo aver visto come i professionisti del trading configurano le Bande di Bollinger in: Come usano le banche di Bollinger i professionisti delle Banche d’affari ,analizziamo adesso come i large traders utilizzano un’importante strategia combinata, prodotta dai segnali confluenti rilasciati dalle Bande di Bollinger e dall’oscillatore stocastico. Lo Stocastico viene impostato con i parametri 10,6,3 (linea %K, linea %D e parametro slow).

Confluenza Bande di Bollinger e Stocastico

Questo setup è stato raggiunto dopo anni di backtesting da parte delle principali banche d’investimento ed ha generato i migliori market timing sui timeframe giornalieri e orari. Lo Stocastico consente di ricavare segnali di svolta di tipo short quando le due linee %K e %D si incrociano in area di ipercomprato a ridosso del 75%. Viceversa l’oscillatore restituisce segnali di acquisto quando le due linee si intersecano in area di ipervenduto sotto il  25%. La confluenza con i segnali di entrata a mercato forniti dalle Bande di Bollinger consente di ottenere un grado di affidabilità migliore rispetto alle fattispecie in cui gli indicatori sono utilizzati singolarmente. In verità, mentre l’oscillatore con la configurazione 10,6,3 è uno strumento veloce nel segnalare i punti di swing, le Bande di Bollinger verificano l’ambito di volatilità dello strumento finanziario, nel nostro caso d’esempio il cambio GBP/USD in H1. Lo Stocastico così impostato permette anche di registrare punti di flesso e cambiamenti di direzione che possono essere solo ritracciamenti e che non dovrebbero essere presi in considerazione nelle strategie di medio termine, peraltro prontamente assorbiti dalle Bande di Bollinger che visualizzano tutte le anomalie relative alla volatilità rispetto alla direzionalità del mercato di riferimento. In buona sostanza, per avere un segnale operativo a più bassa esposizione di rischio e maggiormente affidabile, gli operatori istituzionali attendono che ci sia un segnale tecnico di entrata fornito dalle Bande di Bollinger rivisitate che sia corrispondente al segnale di entrata segnalato dallo Stocastico reimpostato. Una confluenza, in definitiva, che è frutto della partecipazione combinata di due tra gli indicatori più efficaci a disposizione dei traders. (Di Vincenzo Augello)