Su MasterCard si potranno depositare criptovalute

Lettura 3 minuti


Il colosso delle carte di credito Mastercard ha stretto intesa con tre società in Asia e Australia sulla pianificazione di carte di pagamento in criptovaluta.

Mastercard verso il pianeta cripto

Le aziende legate al nuovo progetto Mastercard sono Bitkub, cripto-exchange in Thailandia, la startup Amber Group e Coinjar, piattaforma di trading australiana. Le nuove carte però non consentiranno di utilizzare direttamente criptovaluta per pagare, ma potranno essere impiegate per caricarvi denaro digitale dai wallet online. In questo modo, le cripto ivi contenute potranno essere convertite in fiat per finalizzare transazioni.

Rama Sridhar, vice presidente di Mastercard ha detto in un’intervista:

In collaborazione con questi partner che aderiscono agli stessi principi fondamentali di Mastercard, per cui ogni valuta digitale deve offrire stabilità, conformità normativa e protezione del consumatore, Mastercard sta espandendosi per quanto possibile con le criptovalute, per dare alle persone una scelta ancora maggiore e flessibilità rispetto alle modalità di pagamento

Mastercard sta quindi lavorando sul main di un’idea, ben consapevole che le divise su blockchain, da Bitcoin ai token, sono stati creati per risultare alternative e sostituire valute fiat, assegni e carte di debito/credito. C’è solo un problema, gli asset digitali sono molto volatili e questo fa sì che il cammino verso un’adozione di più larga scala e l’approdo generalizzato ai pagamenti siano lenti.

D’altra parte, se si entra in un negozio e si decide di spendere 70 euro con i bitcoin o con qualche altcoin, e per qualsiasi motivo il commerciante al dettaglio non converte subito le cripto in moneta fiat mentre il prezzo della criptovaluta scende, i 70 euro potrebbero valere 40 o 30 euro. Per cui succede che, il cliente si tiene quello che ha comprato, ma il commerciante invece potrà perdere dai 30 ai 40 o financo più euro. Ciò nonostante non tutti la vedono così.

Per situazioni come queste, molti rivenditori hanno comunque posto un netto rifiuto ai pagamenti in criptovaluta ma, più passa il tempo e sempre più attività commerciali concedono ai clienti l’uso di moneta virtuale. Mastercard si è resa conto della neotendenza ed è ora all’opera per ottenere ritorni economici da una frontiera del fintech in costante crescita.

L’azienda statunitense, leader dei servizi di pagamento, doterà quindi i suoi utenti di carte prepagate, di credito e di debito, che consentiranno a imprese e persone fisiche di cambiare le valute crittografate in fiat per fare transazioni.

Società di pagamento aprono alle cripto

Già un anno fa, a Mastercard e non solo era chiaro il potenziale del denaro immateriale, per cui aveva cominciato ad istituire divisioni ad hoc per trovarsi preparata alla nuova economia digitale. Il vicepresidente esecutivo della società Raj Dhamodharan ha infatti spiegato:

Il mercato delle criptovalute continua a maturare e Mastercard lo sta portando avanti, creando esperienze sicure per i consumatori e le imprese nell’economia digitale di oggi

Di Vincenzo Augello


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.