Trading operativo e verifiche incrociate sul modello dei sistemi satellitari

Lettura 2 minuti

Verificare significa ratificare o confermare qualcosa. Dunque, fare una verifica incrociata vuol dire ripetere un processo di convalida usando riferimenti indipendenti ed autonomi. L’analisi tecnica impiega sistematicamente i dati storici più importanti che sono massimo, minimo, apertura, chiusura e volumi del prezzo. In sintesi, una verifica incrociata in finanza comporta l’esecuzione di operazioni a partire dai medesimi dati, ma secondo strumenti differenti. Ora, l’errore più comune che spesso commettono i traders inesperti è quello di fondare le proprie decisioni di trading su indicatori diversi ma dello stesso tipo. Ciò che incoraggia questo tipo di approccio ai mercati speculativi è che, se un indicatore di momentum segnala un ipervenduto, è tre volte più  affidabile se tre indicatori di momentum indicano la stessa cosa. Questo tipo di orientamento pratico tuttavia è estremamente errato: infatti, la gran parte degli indicatori del momentum funzionano in maniera molto simile, per cui una pletora di segnali, seppur concordanti, provenienti da strumenti che adoperano codici sorgenti somiglianti, forniranno scarso valore predittivo aggiuntivo. In realtà, un’adeguata verifica incrociata consiste nell’adoperare misure di calcolo di diversa origine, come i supporti e le resistenze, l’RSI, lo Stocastico in confluenza con le Bande di Bollinger, il Volume profile ecc. Infatti, visto che i valori di questi strumenti di analisi sono calcolati in modo molto diverso tra loro, la loro funzionalità complessiva è incrementale ed aggiunge valore concreto all’indagine previsionale. Il funzionamento del metodo in questione è analogo a quello del Global Positioning System meglio noto come GPS.  Questa tecnologia richiede un minimo di quattro segnali satellitari per individuare una posizione mediante triangolazione. Ognuno dei satelliti è parecchio distante da tutti gli altri, peraltro due satelliti vicini sarebbero inutili. Inoltre, quando un ricevitore GPS aggiunge ulteriori segnali ai suoi calcoli la sua precisione aumenta. In sostanza, possiamo dire che anche l’utilità concreta del sistema GPS dipende in gran parte dalle verifiche incrociate. (Di Vincenzo Augello).