Twitter fonda reparto riservato alle criptovalute

Lettura 3 minuti


Il microblogging e social media Twitter ha predisposto una nuova sezione interamente dedicata alle criptovalute e alle tecnologie blockchain.

Il reparto è stato denominato Twitter Crypto e concentra la sua attenzione sui diversi aspetti che appartengono al mondo delle criptovalute, compresa la questione dei cripto-pagamenti, lo sviluppo dei token non fungibili (NFT) e le funzioni delle app decentralizzate.

Portavoce della società californiana ha spiegato in un’intervista:

Blockchain e cripto stanno sbloccando nuove possibilità che si allineano con molte delle nostre grandi sfide e prodotti, tra cui la monetizzazione dei creator e nuove forme di auto-espressione

La divisione è guidata da una donna,Tess Rinearson, che ha alle spalle una lunga ed articolata esperienza nel settore ed ha lavorato con diverse startup come Tendermint e Interchain. Uomo di raccordo è Parag Agrawal, chief technology officer di Twitter, e per questo Jack Dorsey sta assumendo nei ruoli di ingegneria e sviluppo.

In una serie di tweet, Rinearson ha detto:

Esploreremo come possiamo sostenere il crescente interesse tra i creator di utilizzare app decentralizzate per gestire beni virtuali e valute e per sostenere il loro lavoro e le comunità. Guardando più in là, verificheremo come le idee delle comunità cripto possono aiutarci ad allargare i confini di ciò che è possibile con l’identità, la comunità, la proprietà e altro

D’altra parte, Dorsey, CEO di Twitter, è stato ed è un grande sostenitore dell’economia digitale e delle criptovalute, sebbene molti dei suoi cripto-target convivano all’interno dell’altra popolare azienda, Square.

In merito, Twitter, non molto tempo fa, annunciò un servizio che consentirà presto di fare pagamenti con bitcoin, nonostante la rete a 280 caratteri sia stata a lungo bersagliata da eventi malevoli e truffe che hanno approfittato di personaggi di alto profilo, involontariamente coinvolti, come Elon Musk al timone di Tesla e SpaceX.

Fu più o meno due estati fa,infatti, quando un adolescente bypassò diversi account Twitter, assumendo il pieno controllo di profili vip tra cui quello dell’ex presidente Obama, di Bill Gates e di Elon Musk. Al tempo il giovane riuscì ad inviare notifiche ai follower dicendo che trasferendo bitcoin a determinati indirizzi, avrebbero raddoppiato il denaro.

Twitter ha prestato il fianco al pianeta cripto

Quanto appena scritto ebbe anche un prosieguo; non solo i soldi non sono stati raddoppiati, ma il giovincello se l’è svignata con più di 120.000 dollari in criptovaluta. Poi fu arrestato e condannato in un centro di detenzione giovanile.

Comunque, grazie a Square e oltre a dire che Bitcoin potrà contribuire alla “pace nel mondo“, Dorsey è un cripto-investitore istituzionale, visto che ha comprato 50 milioni di dollari di bitcoin appena 2 anni fa, ai quali somma altri 120 milioni di dollari depositati nella sua azienda di pagamenti, il che significa che Square amministra almeno 170 milioni di dollari in BTC.

Di Vincenzo Augello


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.