Tyler Winklevoss dice la sua sulla corsa a Bitcoin

Lettura 3 minuti


L’intera community sa che i gemelli Winklevoss, Cameron e Tyler, sono grandi sostenitori di Bitcoin. Negli ultimi anni sono diventati miliardari grazie alla criptovaluta e hanno fondato il loro exchange a New York, il Gemini Exchange. È stata una delle prime società che ha convintamente investito sulle valute crittografiche nella Grande Mela, fino ad ottenere l’autorizzazione da Bit License, il che dimostra la loro serietà nei confronti del pianeta cripto.

Tyler Winklevoss spiega la sua visione su BTC

Recentemente, uno dei due fratelli gemelli, Tyler Winklevoss ha indicato le specifiche che secondo lui rendono l’attuale corsa al rialzo di Bitcoin diversa da quella del 2017. Ha accennato al fatto che gli investitori istituzionali sono ora più a loro agio nel comprare criptovaluta; le monete virtuali flirtano con la costante mainstream, diventando molto più popolari e pseudo-legittime, dato che molti exchange dispensano garanzie e maggiore sicurezza, a fronte peraltro di una regolamentazione che procede ad un ritmo disciplinato.

Così, aziende e family office spingono le valute virtuali su dimensioni completamente nuove e Bitcoin in particolare ha molto più supporto di quanto abbia mai avuto in passato.

Dice:

Il tipo di investitori in questa corsa agli acquisti è molto diverso. Sono investitori istituzionali super sofisticati come il leggendario Paul Tudor Jones e Stanley Druckenmiller

Aggiunge poi che i trader retail hanno assunto più che altro il ruolo di back-end quando si tratta di fare cripto-trading. In questo momento, Bitcoin e le altcoin più che potenziali metodi alternativi di pagamento, come originariamente erano catalogati, sono considerati “beni rifugio” o strumenti di copertura; prodotti in grado di mantenere il capitale privato durante le turbolenze economiche. Questo, alla fine, ha spinto hedge fund e istituzioni a puntare sulle monete digitali.

Aggiunge:

Questi sono investitori sofisticati, sono le persone più smart del settore che comprano Bitcoin in tutta tranquillità. Non è una questione di FOMO, quindi è molto diverso dal 2017. Questo cast di personaggi, queste aziende, questi investitori non erano su Bitcoin a quei tempi

Tyler è abbastanza fiducioso che BTC possa crescere abbastanza da mettere sotto una luce secondaria l’asset rifugio per eccellenza: l’oro.

Afferma dunque:

Le società quotate in borsa come Square e MicroStrategy stanno mettendo i loro soldi su Bitcoin perché sono preoccupate per l’inflazione alle porte, che verrà aggravata dalle politiche monetarie flagellanti delle banche centrali, giustificate dalla pandemia da COVID-19

BTC risorge sulle ceneri del Dollaro

Tutto sommato, la diminuzione del potere d’acquisto delle monete fiat si sta rivelando un market mover importante per la regina delle criptovalute. Gli Stati Uniti e altre regioni continentali sono ripetutamente costretti ad incrementare la base monetaria come mezzo di sostentamento, in scia a misure di stimolo che garantiscano sopravvivenza alle piccole e medie imprese e ai singoli individui. In questo modo, Bitcoin sta prosperando, dato il caos economico che sta affrontando.

Conclude Tyler:

Ecco perché molte persone sono scappate verso Bitcoin… perché non è chiaro come il dollaro esca da questo percorso di indebitamento, di stampa senza fine e quanto varrà in futuro

Di Vincenzo Augello