Volatilità implicita e smile delle opzioni: riflessi sul cambio EUR/USD

Lettura 3 minuti

La volatilità quotata dal mercato forex non è costante e varia in funzione del livello del prezzo futuro e della scadenza dell’opzione. Detto così, potrebbe apparire qualcosa di difficile apprendimento, specialmente quando non si conosce quello che è lo strumento finanziario più utilizzato dalle Banche d’Affari per fare trading valutario e non solo. Raccomando quindi ai neo-trader di studiare le opzioni prima di avvicinarsi allo spot e al trading sul mercato forex. I migliori traders che operano sulle Borse di New York e Londra hanno una conoscenza molto approfondita di tutte le componenti relative alla volatilità implicita e ai cosiddetti effetti smile e skew.

EFFETTO SMILE

Si osserva un “pattern” smile a “sorriso”, quando le opzioni ITM e OTM hanno volatilità implicite superiori rispetto a quelle ATM. La misura dello smile è data dalla differenza tra le volatilità implicite OTM e ATM.  

SMILE “QUASI” SIMMETRICO

Lo smile tuttavia non è sempre simmetrico rispetto allo strike ATM per cui le differenze rispetto al valore ATM delle put OTM, con strike inferiore al prezzo corrente, è superiore o inferiore a quella osservata per le call OTM, con strike superiore: ciò dipende perlopiù dall’asimmetria della distribuzione.

VOLATILITA’ IMPLICITA E PREZZO DELL’OPZIONE

I market maker stabiliscono il premio/prezzo dell’opzione proprio in base alla volatilità implicita; tuttavia i broker non possono misurare una per una le volatilità implicite di tutte le migliaia di strike price presenti sul mercato globale, per cui si affidano ad algoritmi che le valutano in tempo reale restituendo in automatico il prezzo di uno strike sulle piattaforme di trading in opzioni. Si tratta di un’informazione formidabile oggi a disposizione del trader domestico.   

A COSA SERVE IL VALORE DI VOLATILITA’ IMPLICITA

Sapere che uno strike ha una volatilità implicita superiore significa che quella particolare opzione è pagata di più in quanto vi è una domanda maggiore da parte degli operatori finanziari e di conseguenza il sottostante tenderà (o meglio potrebbe) a muoversi verso quello strike price, ossia verso quel valore di quotazione.

IL SOTWARE E’ IMPLEMENTATO NELLA PAGINA DEDICATA ALL’ ALGOTRADING DIRETTAMENTE SU EUROBIT.SPACE

Viceversa, il mercato sottostante tenderà ad allontanarsi da valori negativi di volatilità implicita.

EFFETTO SKEW

Quanto appena detto giustifica volatilità differenziate per strike e la presenza di uno skew, ossia di una asimmetria nella distribuzione, rappresentabile graficamente.

SMILE (SKEW) ASIMMETRICO SPECIALMENTE SU TIMEFRAME ATTUALE E SETTIMANALE

Una distribuzione asimmetrica segnala che le probabilità associate ad un rialzo o ad un ribasso nelle quotazioni dell’attività sottostante non sono uguali.

Ad esempio, uno skew positivo si produce se la probabilità associata ad un rialzo delle quotazioni è maggiore rispetto a quella di un ribasso, l’opposto accade nel caso di skew negativo. Nella prima configurazione l’aumento del prezzo dell’opzione paga il maggior rischio. Lo skew spiega il diverso valore che assume la volatilità implicita a seconda del livello degli strike. Se le volatilità delle call OTM superano quelle dei put OTM  per eguale scostamento dallo strike ATM, allora si denota uno skew positivo ed un rialzo presunto/potenziale del sottostante (poniamo EUR/USD). Nel caso contrario lo skew è negativo e si presume il ribasso prossimo del cambio, in base alle operazioni globali sulle currency option. Ecco svelato il motivo per cui si parla di volatilità rivolta al futuro quando si analizza la volatilità implicita. (Di Vincenzo Augello).